Rapallo: protezione civile, convenzione tra Comune e Volontari - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Sicurezza

Rapallo: protezione civile, convenzione tra Comune e Volontari

Protezione civile; l'amministrazione comunale di Rapallo ha sottoscritto una convenzione con: Croce Bianca Rapallese;  Associazione Radioamatori Italiani; Corpo Nazionale Soccorso Alpino. Per il Comune l'importo per la collaborazione è di 13.500 euro all'anno.

Protezione civile

Protezione civile con particolare difesa del territorio e dei cittadini durante situazioni di pericolo o emergenza come nubifragi, mareggiate, frane, altri imprevedibili fattori. Il Comune deve predisporre piani di intervento. In questo quadro l’amministrazione comunale di Rapallo ha sottoscritto una convenzione con: Croce Bianca Rapallese;  Associazione Radioamatori Italiani; Corpo Nazionale Soccorso Alpino. Per il Comune l’importo per la collaborazione è di 13.500 euro all’anno. L’impegno dei Volontari è notevole, basti pensare la loro presenza attiva durante le decine di allerte emanate ogni anno.

Di seguito la determina dirigenziale

*****

Convenzione tra il Comune di Rapallo e associazioni di Volontariato

Su istruttoria del Responsabile del Procedimento Geom. Marco Grosso;

RICHIAMATE:
– la deliberazione C.C. n. 14 del 06/04/2021, con la quale è stata approvato il DUP 2021/2023
e il Bilancio di previsione 2021/2023 con i relativi allegati;
– la deliberazione G.C. n. 77 del 07/04/2021, con la quale, nelle more dell’approvazione del
piano esecutivo di gestione, sono state assegnate ai Dirigenti Responsabili di Servizio le
risorse finanziarie per gli anni 2021/2023;

PREMESSO CHE:
– il D. Lgs. n° 112/1998, che attribuisce ai Comuni la funzione di predisporre i piani comunali
e/o intercomunali di emergenza e di curare la loro attuazione, sulla base degli indirizzi
regionali;
– con apposito decreto legislativo del 02.01.2018, n. 1, denominato “Codice della protezione
civile” è stato riordinato il sistema di Protezione civile ed, in particolare, è stato valorizzato il
ruolo e il contributo offerto dalle associazioni di volontariato operanti nelle varie attività di
Protezione Civile, che a tutti gli effetti diventano parte integrante del sistema;
– il nuovo codice recepisce quanto già stabilito nella legge n. 225 del 24 febbraio 1992, e
riafferma che in capo ai Comuni e delle loro strutture di protezione civile, competenze
specifiche in tale materia ed individua, quali strutture operative di Protezione Civile, le
organizzazioni di volontariato;
– sulla base del quadro di riferimento istituzionale, per il corretto espletamento delle
responsabilità affidate alla Civica Amministrazione, il Sindaco ha il dovere di dotarsi di una
struttura operativa in grado di assisterlo nelle fasi preventive ed organizzative del sistema
comunale di protezione civile, nonché nelle fasi operative volte al superamento
dell’emergenza ed in particolare, oltre a organizzare la struttura operativa comunale, attivando,
anche attraverso il Volontariato, i primi soccorsi alla popolazione e gli interventi urgenti
necessari a fronteggiare l’emergenza;

– la Legge Regione Liguria 9/2000 che adegua le attribuzioni e le funzioni degli Enti Locali in
materia di protezione civile e antincendio e al Capo V articoli 20 e segg., disciplina il
volontariato e relativo impiego;

– le Linee guida per la pianificazione comunale di Protezione Civile approvate dalla Regione
Liguria nel 2004, in ultimo aggiornate con deliberazione di Giunta N. 746 del 9.7.2007
definiscono in sintesi il riparto delle competenze, il Piano di emergenza, la funzione del
volontariato;

– la Deliberazione della Giunta Regionale n. 1057 del 05/10/2015 ad oggetto “Approvazione
della procedura operativa per l’allertamento e la gestione del rischio meteo idrogeologico ed
idraulico regionale e delle linee guida per la pianificazione provinciale e comunale di
emergenza” con cui è stata approvata la nuova procedura regionale di allertamento
idrogeologica/ idraulica e nivologica, con conseguente entrata in vigore il giorno 15/10/2015 e
sono state approvate le nuove “Linee guida per la pianificazione comunale e provinciale di
Protezione Civile” con l’introduzione di Fasi Operative per la gestione dell’emergenza di ogni
sistema territoriale stabilendo che gli enti territoriali, utilizzando gli elementi contenuti nelle
stesse, predispongano l’aggiornamento dei piani di emergenza e delle procedure correlate;

– il Piano Regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi,
approvato con Deliberazione di Giunta Regionale n. 1540 del 2015 aggiornato con
Deliberazione di Giunta Regionale n. 1001 del 2016;

PREMESSO INOLTRE CHE:
il D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117 “Codice del Terzo settore”:

1. riconosce valore sociale alle Associazioni di volontariato operanti sul territorio
nazionale, promuovendo la collaborazione tra esse, lo Stato e gli altri Enti ed Istituzioni
pubbliche;

2. prevede che le stesse traggano le risorse economiche per il loro funzionamento e per
l’espletamento della loro attività dai contributi dello Stato, di Enti o Istituzioni
pubbliche finalizzati esclusivamente al sostegno di specifiche e documentate attività o
progetti;

3. stabilisce che le Regioni disciplinino l’istituzione e la tenuta dei registri generali delle
organizzazioni di volontariato;

4. disciplina la possibilità per gli Enti locali di stipulare convenzioni (art. 56) con le
organizzazioni di volontariato iscritte da almeno sei mesi presso il registro sopraindicato
e che dimostrino attitudine e capacità operative;

RICHIAMATI:
i predetti presupposti normativi e dato atto che le Associazioni di Volontariato individuate sul
territorio comunale, e che negli anni precedenti hanno svolto analoga attività, risultano essere:

P.A. Croce Bianca Rapallese con sede a Rapallo (GE) in Piazza Cile 5, c.f.
83004290108;

• Associazione Radioamatori Italiani Sez. di Rapallo con sede a Rapallo (GE) in via G.
Maggio 16 c. f. 91008600107;

• Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico Liguria, Stazione Tigullio con sede
a Rapallo (GE) in Via Canale sn, CF 91021100119;

VISTO:

– il Piano Comunale di Protezione Civile approvato dal Commissario Straordinario con
deliberazione di Consiglio Comunale N. 4 in data 8.2.2007, evidenziando che all’interno
dell’Unità Operativa di P.C. sono individuati tra i diversi soggetti responsabili a vario titolo, i
Responsabili delle varie Associazioni di Volontariato (art. di rif.to 1.08 f del Piano stesso);

– la successiva Deliberazione della Giunta Comunale n. 531 del 30/12/2016, concernente
l’approvazione del nuovo Piano Comunale di Protezione Civile;

CONSIDERATE:

– le precedenti convenzioni stipulate nel corso degli anni sulla scorta delle quali è stata
predisposta la bozza in allegato al presente atto quale parte integrante e sostanziale;

PRESO ATTO CHE:

– nessuna richiesta di disdetta risulta essere pervenuta entro il termine previsto e le sopra citate
associazioni risultano quindi disponibili a proseguire le attività di protezione civile per gli
anni 2021 e 2022 agli stessi patti e condizioni precedenti;

SOTTOLINEATO CHE:
– le associazioni di volontariato sopra indicate hanno espletato regolarmente l’attività di
Protezione Civile fin dall’anno di costituzione del servizio, senza alcuna interruzione del
servizio e con buon profitto per la Pubblica Amministrazione;

PRESO ATTO CHE
– con D.G.C. n. 139 del 03/06/2021, è stato approvato il rinnovo della Convenzione tra il
Comune di Rapallo e le sopra citate tre Associazioni di Volontariato per il servizio di
protezione civile per gli anni 2021 e 2022, così come da bozza di convenzione in essa allegata;
– la predetta D.G.C. n. 139 del 03/06/2021 ha ritenuto adeguato, visto quanto indicato nelle
precedenti convenzioni, la corresponsione di un contributo annuale di complessivi €
13.500,00, che si ritiene appropriato per l’attività predisposta dalle Associazioni, suddivisi nel
seguente modo e da liquidarsi a consuntivo annuale entro il primo trimestre dell’anno
successivo:
per l’anno 2021 per un totale di € 13.500,00 suddiviso come segue:
• P.A. Croce Bianca Rapallese ……………………………………………………………………€ 5.750,00;
• Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico Liguria, Stazione Tigullio …€ 5.750,00;
• Associazione Radioamatori Italiani – Sez. di Rapallo ………………………………….€ 2.000,00;

per l’anno 2022 per un totale di € 13.500,00 suddiviso come segue:
• P.A. Croce Bianca Rapallese ……………………………………………………………………€ 5.750,00;
• Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico Liguria, Stazione Tigullio …€ 5.750,00;
• Associazione Radioamatori Italiani – Sez. di Rapallo ……………………………………€ 2.000,00;

RITENUTO, per le motivazioni espresse, assumere l’impegno di spesa come meglio
specificato nel prospetto “Dati Contabili” inserito in calce al presente atto.

VERIFICATO il rispetto dell’art.183, comma 8, del D.Lgs.267/00, il quale dispone che il
responsabile che adotta provvedimenti con impegni di spesa ha l’obbligo di accertare
preventivamente che il programma dei conseguenti pagamenti sia compatibile con i relativi
stanziamenti di cassa.

DETERMINA

1) di dare attuazione a quanto deliberato dalla G.C. con atto n. 139/2021 in merito alla stipula
della convenzione tra il Comune di Rapallo e le Associazioni di Volontariato con lo stesso
atto individuate;

2) di impegnare la spesa complessiva di € 13.500,00 relativo all’attività dell’anno 2021 da
imputarsi per la sua liquidazione all’Esercizio 2022 e l’importo di € 13.500,00 relativo
all’attività dell’anno 2022 da imputarsi per la sua liquidazione all’Esercizio 2023, da
corrispondere alle seguenti Associazioni con le modalità ed i riparti indicati nell’art. 4 della

Convenzione:
• P.A. Croce Bianca Rapallese con sede a Rapallo (GE) in Piazza Cile 5, c.f.
83004290108
• Associazione Radioamatori Italiani Sez. di Rapallo con sede a Rapallo (GE) in via G.
Maggio 16 c. f. 91008600107;
• Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico Liguria, Stazione Tigullio con sede
a Rapallo (GE) in Via Canale sn, c.f. 91021100119;
3) di dare atto che si provvederà alla liquidazione di quanto dovuto a favore delle citate
Associazioni a consuntivo annuale, entro il primo trimestre dell’anno successivo;
4) di inviare la presente determinazione al Responsabile del Servizio di Ragioneria
richiedendo il Visto di Regolarità Contabile attestante la copertura finanziaria di cui all’art.
151, 4° comma del D. Lgs. 267/2000;
5) di stabilire che copia della presente verrà trasmessa, a cura del settore proponente, al
Settore 1 SS.AA. – Ufficio Contratti – per la regolarizzazione del rapporto contrattuale,
mediante sottoscrizione della convenzione approvata con D.G.C. n. 139/2021.
6) di assumere l’impegno di spesa come meglio specificato nel prospetto “Dati Contabili”
inserito in calce al presente atto.
7) di dare atto che è stato verificato il rispetto dell’art.183, comma 8, del D.Lgs.267/00, e
quindi è stato accertato preventivamente che il programma dei conseguenti pagamenti è
compatibile con i relativi stanziamenti di cassa.