Città metropolitana: qualità dell'abitare: primi incontri in vista della "fase due" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Ambiente

Città metropolitana: qualità dell’abitare: primi incontri in vista della “fase due”

Nei tre progetti presentati, intitolati rispettivamente "La bellezza che unisce e rafforza l'identità urbana", "Green Smart Villages" e "Green Blue Housing" sono presenti spazi urbani fruibili, sostenibili, accessibili e di qualità

spazi urbani

Dall’ufficio comunicazione della Città Metropolitana di Genova

Tre incontri molto partecipati si sono svolti oggi in videoconferenza tra la task force dell’Ente, coordinata dall’ufficio Piano Strategico, ed i vari soggetti interessati, Comuni, organismi attuatori e tecnici, per le tre proposte presentate della Città Metropolitana di Genova nell’ambito del programma “Qualità dell’abitare” che prevedono ciascuna un finanziamento di circa 15 milioni di euro.

Riunioni che anticipano la cosiddetta “fase due”, che prevede la redazione e la approvazione dei progetti definitivi ed esecutivi con le relative autorizzazioni, entro i 240 giorni successivi alla pubblicazione della graduatoria definitiva da parte del Ministero delle Infrastrutture.

“Sono particolarmente grato all’attento lavoro che gli uffici di Città Metropolitana stanno svolgendo, – ha dichiarato Claudio Garbarino, Consigliere delegato al Piano Strategico della Città Metropolitana – che ha portato alla presentazione e prima approvazione delle idee proposte nei tre gruppi di interventi, nate anche, ed è giusto ricordarlo, da una sinergia straordinaria con i Comuni, i privati e gli enti terzi, ed adesso lo stesso team sta muovendosi verso la nuova fase per coordinare la stesura definitiva dei progetti”

Il cronoprogramma è quindi pronto, i Comuni, i soggetti attuatori ed i referenti, già dai primi giorni di settembre inizieranno incontri personalizzati con i tecnici ed i funzionari della Città Metropolitana di Genova, per definire i dettagli dei singoli interventi.

Nei tre progetti presentati, intitolati rispettivamente “La bellezza che unisce e rafforza l’identità urbana”, “Green Smart Villages” e “Green Blue Housing” sono presenti spazi urbani fruibili, sostenibili, accessibili e di qualità, che vedono la realizzazione di orti sociali e compostaggio di comunità, soluzioni di illuminazione pubblica pensate per valorizzare il patrimonio naturale e storico e per la sicurezza, infrastrutture verdi e sistemi di monitoraggio delle acque meteoriche per la prevenzione del rischio idrogeologico, opere che grazie al loro positivo impatto sociale valorizzeranno la qualità abitativa di ampie aree territoriali.

In allegato: una immagine tratta dal video di presentazione dei progetti