Regione: finanza ed economia, nel 2020 risorse per quasi 100 milioni - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

Regione: finanza ed economia, nel 2020 risorse per quasi 100 milioni

Consiglio retgionale

Dall’ufficio stampa del Consiglio regionale riceviamo la cronaca della seduta relativa al documento di economia e finanza regionale

Con 18 voti a favore (maggioranza) e 10 contrari, xx astenuti è stata approvata la Proposta di deliberazione 19 “Documento di economia e finanza regionale (DEFR)”. Il documento rappresenta il principale strumento di programmazione dell’Ente in quanto descrive gli obiettivi della manovra di bilancio regionale ed espone il quadro finanziario di tutte le risorse disponibili per perseguire gli obiettivi programmati. Tutti i documenti contabili di previsione dell’ente devono partire dal DEFR che, dunque, orienta le successive deliberazioni del Consiglio e della Giunta e contiene le linee programmatiche pluriennali dell’azione di governo regionale. Il contesto socio economico attuale è segnato ancora profondamente dalla crisi pandemica globale, ma le aspettative sul futuro sono positive, anche grazie al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per l’Italia approvato dalla Commissione Europea.

Nel corso del 2020 la Regione ha messo in campo complessivamente quasi 100 milioni di euro, sia come risorse proprie che come riprogrammazione di fondi europei, per attuare interventi di sostegno a imprese e famiglie liguri. Per fronteggiare la crisi, già a partire dal marzo 2020, in Liguria sono stati concessi contributi una tantum alle famiglie per l’acquisto di attrezzature informatiche per la didattica a distanza, per l’accudimento dei figli e delle persone disabili durante il periodo di sospensione delle attività commerciali e sociali; bonus trasporti. Sono stati concessi contributi una tantum per le attività economiche costrette alla sospensione dell’attività o danneggiate dalle restrizioni introdotte dal governo; contributi per la digitalizzazione e l’adeguamento dei processi produttivi delle PMI, per la riconversione per la produzione di DPI; un fondo a sostegno del rafforzamento patrimoniale delle PMI; fondi di rotazione per la concessione di prestiti in favore di attività culturali e società sportive dilettantistiche; un bonus una tantum a sostegno dei lavoratori dello spettacolo. A maggio 2021 i contributi erogati a vario titolo a sostegno delle famiglie ammontano a più di 14 milioni di euro, mentre quelli in favore delle imprese superano i 29 milioni. I contributi ancora da erogare verranno distribuiti una volta ricevuta la rendicontazione da parte dei soggetti destinatari, che hanno aderito ai diversi bandi proposti. Sempre nel 2021 sono state introdotte misure di sostegno per mantenere i livelli occupazionali (bonus assunzionali per contratti a tempo indeterminato e determinato) per oltre 9 milioni di euro per gli operatori del settore turistico; sono stati prorogati alcuni bandi in scadenza, già attivati prima dell’emergenza sanitaria, per investimenti a favore del piccolo commercio.  La Regione, inoltre, ha introdotto misure di natura fiscale a favore di famiglie e imprese: per l’anno di imposta 2021 è  stata introdotta una specifica detrazione per tutte le famiglie con almeno due figli a carico e con un reddito fino a 28.000 euro pari a 35 euro per ciascun figlio, aumentata a 45 per ciascun figlio disabile. Questa misura dovrebbe riguardare circa 70 mila contribuenti liguri per un costo complessivo di 5 milioni di euro per l’esercizio finanziario 2021.

Nel dibattito sul provvedimento sono intervenuti Luca Garibaldi, Roberto Arboscello, Enrico Ioculano e Sergio Rossetti del gruppo Pd-Articolo Uno, che hanno illustrato anche gli ordini del gjorno presentati dal gruppo e collegati al DEFR, Roberto Centi e Selena Candia del gruppo  Lista Ferruccio Sansa presidente.

Sono stati poi approvati alcuni degli ordini del giorno presentati dal gruppo Pd-Articolo Uno.

 

Più informazioni