Parco Portofino: "Non esiste alcuna possibilità di dialogo" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Ambiente

Parco Portofino: “Non esiste alcuna possibilità di dialogo”

Confini parco portofino

Dall’ufficio stampa lista “Sansa Presidente”

“La maggioranza in Consiglio regionale vota ancora una volta contro il parco nazionale di Portofino. Ennesimo atto di ostruzionismo immotivato da parte di chi governa la Regione”, così Selena Candia, consigliera regionale Lista Sansa.

Candia ha portato in aula un emendamento relativo alla necessità di far realizzare all’università di Genova uno studio in merito alle potenzialità e criticità in merito alla nascita del parco nazionale di Portofino. “Un’opportunità straordinaria di sviluppo portando in Liguria finanziamenti stimati in oltre venti milioni di euro e centinaia di posti di lavoro”.

Il parco poteva già essere istituito nel 2017: è chiaro che di fronte all’immobilismo della regione si sia ricorso al tar. In questi quattro anni si sono formate due fazioni opposte dove i favorevoli al parco (tra cui tutte le forze di opposizione) si sono sempre resi disponibili per discutere sui nuovi confini dell’area mentre i contrari si sono arroccati sulle loro posizioni.

“Per superare questo stallo da mesi abbiamo proposto di far fare una ricerca all’università di Genova in grado di valutare i benefici e le criticità del nuovo parco nazionale in modo da valorizzare le potenzialità e superare gli ostacoli accompagnando i territori in modo consapevole e scientifico”.

Nonostante le indicazioni del ministero dell’Ambiente e la sentenza del tar, la giunta reitera nello schierarsi contro il parco: “Se si fosse seguita la nostra proposta forse non saremmo arrivati a dei confini imposti dall’alto, cosa purtroppo voluta dalla Regione dopo aver rifiutato qualsiasi dialogo sul tema”, conclude Candia.

 

Più informazioni