Recco: Il Pd favorevole all'estensione del Parco di Portofino - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Ambiente

Recco: Il Pd favorevole all’estensione del Parco di Portofino

Il segretario Pd osserva: "Crediamo che un' Amministrazione che ha a cuore il bene della città debba aprirsi a progetti innovativi e debba partecipare attivamente alla costruzione di ogni nuova realtà volta ad  alimentare uno sviluppo ecosostenibile." 

Da Gianluca Musante, Circolo PD Recco Avegno Uscio

Venerdì 30 luglio 2021 nel corso del Tg3 delle 14.00 si è parlato dell’importante decisione del Ministero, che su indicazione di una sentenza del Tar, ha stabilito la riperimetrazione dei confini del Parco di Portofino divenuto in forza di una Legge dello Stato da Regionale a Nazionale, passando dagli attuali 1.056 ettari a 5.363.

La reazione della maggioranza che governa la Regione con il Presidente Toti ha dato mostra di una evidente contrarietà: nel corso degli anni, infatti, niente è stato fatto per promuovere la valorizzazione del territorio e del Parco in particolare.

L’intervista al Sindaco di Recco ha una volta di più evidenziato come questa amministrazione comunale  abbia  una totale mancanza di sensibilità al tema dell’ambiente, Invece di cogliere l’occasione ed essere ben felice di correggere l’errore commesso anni fa di uscire dall’area di rispetto del Parco, oggi ha fatto una dichiarazione di questo tenore :

“….un danno per chi mantiene dei campi, delle fasce o dei boschi e se deve realizzare delle recinzioni contro i cinghiali vede allungarsi i tempi di autorizzazione. ..”

(riascoltabile sui siti di Rai 3).

Il Circolo del Partito Democratico di Recco, ritiene che questa nostra città, importante centro turistico, sportivo, commerciale e gastronomico, con i suoi diecimila abitanti meriti questa riqualificazione che riveste una eco  internazionale!

Crediamo che un’ Amministrazione che ha a cuore il bene della città debba aprirsi a progetti innovativi e debba partecipare attivamente alla costruzione di ogni nuova realtà volta ad  alimentare uno sviluppo ecosostenibile.  Questo significa però non “chiudersi” dietro al problema recinti ma documentarsi per avere quella chiarezza che ora manca per la limitatezza della visione in prospettiva.

Entrare a far parte del nuovo Parco Nazionale di Portofino – nato dalla proposta del nostro Senatore Massimo Caleo e dalla battaglia che accomuna diversi comitati con tutto il Pd dei Golfi Paradiso e Tigullio di concerto col Capogruppo Regionale Luca Garibaldi e del neo Segretario Provinciale Simone D’Angelo – vuol dire realizzare un progetto che muove risorse economiche dirette ed indirette, nuovi flussi turistici e possibilità di impiego per i nostri giovani.

Pensiamo che neppure il limitato numero degli elettori di questo Sindaco (37,52% pari a 2171 voti) sia d’accordo su questa sua posizione retrograda ed ottocentesca che danneggia volutamente l’interesse pubblico per accontentare un Partito come la Lega la cui miopia è ben nota in qualsiasi campo si vada ad esprimere.