Avegno: "Motivo di orgoglio essere nel Parco nazionale" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Ambiente

Avegno: “Motivo di orgoglio essere nel Parco nazionale”

I consiglieri di minoranza in Avegno si dicono orgogliosi che aree del Comune siano state inserite nel Parco nazionale di Porto0fino

parco portofino large

Da Margherita Ceravolo e Paolo Pinna, consiglieri comunale di “Attiva Avegno”

Come gruppo Attiva Avegno abbiamo già espresso in sede consiliare la nostra soddisfazione per aver visto riconosciuto da parte del Ministero per l’Ambiente, in alcune aree del nostro Comune quei valori ambientali e naturalistici che gli consentono di essere definite “Parco Nazionale”, parliamo di zone di alta cornice già rientranti nella definizione di aree boschive quindi già vincolate ai sensi dell’art. 142 del codice per i beni ambientali, ma forse questo particolare sfugge al nostro primo cittadino… come tanti altri.

Abbiamo letto in questi giorni dichiarazioni ridicole del Sindaco Canevello che riassumendo sostiene la sentenza del Tar (che ha imposto la ridefinizione dei confini) assurda imposizione dall’alto calata senza interpellare il territorio, ma come? Dopo che con almeno due atti discussi in consiglio comunale abbiamo già dal 2019 impegnato l’amministrazione ad avviare quel processo partecipativo richiesto dal Ministero e che per tutta risposta il Sindaco Canevello si è limitato a far approvare alla sua giunta (quindi manco all’organo consiliare deputato eventualmente ad esprimersi) un atto di indirizzo contrario all’inserimento dei nostri territori nel parco nazionale: e questa non la ritiene una decisione calata dall’alto?

Pare evidente invece che la decisione del Tar Lazio sia giunta a causa della palese volontà politica in primis della Regione Liguria seguita dalle amministrazioni locali “amiche” di boicottare in partenza il processo partecipato di trasformazione del Parco da regionale a nazionale, forse poco sicuri di poter sostenere un confronto argomentato esterno ad ideologie politiche con il comitato del Sì.

Rimaniamo convinti che “Avegno nel Parco Nazionale” rappresenti non solo motivo di orgoglio ma anche una importante occasione da utilizzare come volano per la ripartenza della nostra economia.