Ports of Genoa, Comitato di Gestione: approvato il Piano Triennale 2021-2023 - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Portualità

Ports of Genoa, Comitato di Gestione: approvato il Piano Triennale 2021-2023

Sul fronte della sostenibilità sono presenti, tra gli altri, gli interventi di elettrificazione delle banchine sia commerciali che passeggeri

Palazzo San Giorgio

Il Comitato di Gestione ha approvato il Piano Operativo Triennale 2021-23, il documento che descrive le strategie di sviluppo di attività portuali logistiche.

Il Piano Operativo Triennale consolida quali macro-obiettivi il rafforzamento della competitività dei porti di Genova e Savona-Vado Ligure attraverso il potenziamento delle infrastrutture materiali e digitali, e delle attrezzature di banchina; la sostenibilità ambientale delle attività portuali e l’aumento di valore per il territorio consolidando le sinergie Porto-Città e supportando l’occupazione connessa al porto e alla sua filiera.

Per quanto concerne la programmazione triennale delle opere infrastrutturali, le linee di intervento si articolano su due piani: il Programma Straordinario di investimenti urgenti “Decreto Genova” che comprende 31 opere di rilevanza strategica per un valore complessivo di circa 2,3 miliardi di euro, e il Programma ordinario che coinvolge gli scali di Savona e Genova con 36 opere anch’esse in corso di attuazione.

Sul fronte della sostenibilità sono presenti, tra gli altri, gli interventi di elettrificazione delle banchine sia commerciali che passeggeri nei bacini di Genova, Pra’, Savona e Vado Ligure per il miglioramento della qualità dell’aria e la riduzione dell’inquinamento acustico; la realizzazione di impianti fotovoltaici sulle coperture del porto di Genova e Pra’ con l’obiettivo di raggiungere l’autosufficienza energetica; infine iniziative per promuovere e sviluppare l’utilizzo di carburanti non fossili come il GNL.

In ultimo si conferma ancora una volta l’importanza delle azioni per una crescita strategica e strutturale della funzione logistica del sistema portuale sia in accesso ai porti del sistema, attraverso azioni di digitalizzazione e automazione del processo, basate principalmente sull’implementazione ulteriore del Port Community System, sia in collegamento con l’hinterland, per il quale è prevista l’attivazione della Zona Logistica Semplificata del Porto di Genova, che comprende anche il Comune di Vado Ligure, e la creazione di aree buffer che dovranno essere integrate in termini operativi e gestionali con il porto di Genova.

Dalla pagina Facebook dell’Autorità Portuale del Mar Ligure Occidentale