Sestri: “Cinema e fotografia”, incontro con Lorenzo Montanari - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Incontro

Sestri: “Cinema e fotografia”, incontro con Lorenzo Montanari

Sestri cinema e fotografia

Da Comunicazione Mediaterraneo riceviamo e pubblichiamo

Mercoledì 28 luglio, ore 21.00

Per “I mercoledì del MuSel”

incontro con Lorenzo Montanari – “Cinema e fotografia”

Come evento collaterale alla XVª edizione del Festival di Fotografia “Una penisola di luce”, che ancora anima il panorama culturale del territorio con le sue mostre, il Comune di Sestri Levante e Mediaterraneo Servizi, con l’organizzazione di Palazzo Fascie, tramite il MuSel – Museo Archeologico e della Città e il Sistema Bibliotecario Urbano, e in collaborazione con l’Associazione Carpe Diem, propongono per mercoledì 28 luglio alle ore 21 “Cinema e fotografia”, un incontro tra cultura ed emozione con Lorenzo Montanari, che come appassionato studioso, laureato in “Informatica Umanistica” presso l’Università di Pisa ed esperto nel campo della storia della fotografia, condurrà il pubblico in un “viaggio” nell’intenso rapporto tra due arti che spesso si intrecciano, il cinema e, appunto, la fotografia.

La fotografia dipende infatti enormemente dal cinema con cui ha scambiato reciprocamente tecniche narrative, ispirazioni estetiche, uso della luce, evocazioni di atmosfere. Questi due linguaggi hanno avuto e hanno tuttora un eccezionale scambio ormai pluridecennale che ha prodotto e produce stimoli interessantissimi alla creatività dei registi e ispirazione al lavoro dei fotografi. Grandi registi sono nati fotografi (pensiamo, per esempio, a Stanley Kubrick), grandi fotografi sono stati registi. Entrambi i linguaggi hanno inoltre uno stretto legame, tutt’altro che antitetico, con la letteratura, dalla quale traggono visioni del mondo, idee, soggetti e sceneggiature. La fotografia prima e la cinematografia dopo, hanno consentito per la prima volta una restituzione fedele della realtà (almeno in parte, dal momento che una rappresentazione autentica del tutto risulta impossibile), che non risulta più mediata dalla mano di un pittore o dalla penna di uno scrittore, ma da quella di un dispositivo, l’obiettivo, che rende comunque l’oggetto fotografato carico di significato, come sosteneva Jean Epstein, un importante regista e studioso cinematografico della prima metà del Novecento. Ed in fondo è proprio qui che si racchiude anche la vera essenza del cinema.

L’appuntamento per “Cinema e fotografia” è per mercoledì 28 luglio alle ore 21 in Sala Carlo Bo, al primo piano di Palazzo Fascie, in Corso Colombo 50. L’evento è naturalmente gratuito anche se nel rispetto delle normative Covid-19 è richiesta la prenotazione anticipata telefonando al n. 0185 478530 o scrivendo via email a info@musel.it, oppure iat@comune.sestri-levante.ge.it

Ricordiamo inoltre che il MuSel – Museo Archeologico e della Città è regolarmente aperto tutti i giorni, senza esclusione, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17, con ingresso gratuito ogni prima domenica del mese.