Assegni familiari più alti: ecco a chi spettano e a quanto ammontano - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Fiscalità

Assegni familiari più alti: ecco a chi spettano e a quanto ammontano

L'Inps aggiorna gli importi validi da luglio: le indicazioni per fare la domanda

Inps

L’Inps ha fornito le istruzioni operative per la gestione degli Assegni per il nucleo familiare (Anf), per il periodo 1° luglio 2021 – 30 giugno 2022, e della temporanea maggiorazione prevista dall’art. 5 del Decreto 79 per il periodo primo luuglio – 31 dicembre 2021. I destinatari della maggiorazione sono i lavoratori che hanno diritto agli assegni per il nucleo familiare che hanno o devono presentare la domanda Anf per il periodo 01.07.2021-30.06.2022. La maggiorazione in esame è pari a 37,50 euro per ciascun figlio, per i nuclei familiari fino a due figli e equiparati; o 55,00 euro per ciascun figlio, per i nuclei familiari con almeno tre figli e equiparati.

Tali importi sono riconosciuti in presenza nel nucleo di figli minorenni ma anche in presenza di figli maggiorenni inabili a un proficuo lavoro ovvero (art. 1, c. 11, L. 296/2006) di figli di età compresa tra i 18 e 21 anni se studenti o apprendisti e appartenenti a nuclei numerosi, cioè nuclei con più di 3 figli o equiparati di età inferiore a 26 anni. Ad esempio, le famiglie con un figlio percepiscono l’importo Anf più la maggiorazione di 37,50 euro mensili. Mentre le famiglie con tre figli percepiscono l’Anf più la maggiorazione di 165 euro mensili (55 euro per ogni figlio).

Presentazione della domanda
L’Inps ha anche stabilito che, per tutti i lavoratori che hanno diritto all’assegno per il nucleo familiare, restano valide le vigenti modalità di presentazione della domanda e le relative modalità operative. Le domande di assegno per il nucleo familiare dei lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo devono essere presentate direttamente all’Inps in modalità telematica. L’istituto provvede all’istruttoria con la definizione del diritto e degli importi giornalieri e mensili teoricamente spettanti al dipendente, con riferimento sia all’importo di Anf che alla maggiorazione come sopra definita, in relazione alla tipologia del nucleo familiare e del reddito conseguito negli anni precedenti.

Verifica dell’esito della domanda
Il dipendente potrà prendere visione dell’esito della domanda presentata accedendo con le proprie credenziali alla specifica sezione “Consultazione domanda”, disponibile nell’area riservata del sito Inf. Gli importi teoricamente spettanti calcolati dall’Inps saranno messi a disposizione del datore di lavoro che, dovrà calcolare l’importo effettivamente dovuto al richiedente in relazione alla tipologia di contratto sottoscritto e alla presenza/assenza del lavoratore nel periodo di riferimento. La somma erogata dal datore di lavoro con la retribuzione mensile non potrà comunque eccedere l’importo mensile comunicatogli dall’Inps.

Più informazioni