Chiavari: Calata Ovest, nuovo centro velico Sail App - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Sport

Chiavari: Calata Ovest, nuovo centro velico Sail App

Da Marina di Chiavari – Calata Ovest

Nasce sotto la bandiera di Marina di Chiavari – Calata Ovest il nuovo centro velico Sail App, che punta su innovazione didattica e sinergie con realtà del territorio. Il progetto di formazione velica nasce dall’esperienza di Andrea Henriquet, campione di vela, istruttore, formatore e navigatore ed è basato su un’idea della vela e della nautica ad ampio raggio, capace di creare sinergie e collaborazioni in termini di percorsi didattici formativi. Un progetto che è stato subito sposato da Calata Ovest, che ne ha condiviso obiettivi e filosofia, mettendosi a disposizione come base logistica. Le attività si svolgeranno su mini cabinati rimessi a nuovo, ormeggiati nel marina resort, progettati per il match-race (il duello famoso per la Coppa America) e già utilizzati in passato per l’Italian Cup, che sono stati attrezzati con supporti digitali, garantendo lo strumento base per insegnare, con l’idea che competizione, tradizioni marinare, sicurezza e diporto possano essere declinazioni complementari e non percorsi verticali.

Sempre nella logica delle sinergie a 360°, Sail App ha già avviato la collaborazione con l’Accademia del Turismo di Lavagna e le sue neonate figure di accompagnatore del turismo marino e con il corso di patenti nautiche, a cura dello Yacht Club di Chiavari. L’obiettivo del progetto è generare un innovativo sistema di training multimediale e di coaching esperienziale, che offra una nuova dimensione di conoscenza, formazione, emozione e gratificazione. Lezioni in diretta o contenuti video registrati accessibili in qualsiasi momento, verranno utilizzati come mezzo di apprendimento più coinvolgente rispetto al tradizionale testo scritto. Le uscite in mare saranno poi il miglior modo per mettere in pratica i concetti teorici, basandosi sul concetto “learning by doing“, imparare mettendo in pratica.

Così anticipa Andrea Henriquet: “Siamo particolarmente felici che la rete avviata sul territorio, abbia già coinvolto realtà che si occupano di formazione dei giovani, come l’Istituto Tecnico Nautico San Giorgio di Camogli e l’Accademia del Turismo di Lavagna, dai quali arrivano già  segnali molto importanti. Basti pensare che è già sold out il primo corso per patenti nautiche con lo Yacht Club, con l’Accademia è stata realizzata la nuova figura di “accompagnatore del turismo marino” e abbiamo oltre cento adesioni da parte di studenti del nautico. Quello che cerchiamo di trasmettere e sviluppare è una cultura nautica come strumento di sviluppo e identità territoriale oltre che come opportunità professionale”.