Recco: Aldo Gastaldi, Anpi ne ricorda il centenario della nascita - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Anniversari

Recco: Aldo Gastaldi, Anpi ne ricorda il centenario della nascita

recco, panorama, immagine dall'alto

Da Anpi Recco Camogli Sez. Ruby Bonfiglioli

Noi a Recco vogliamo fare cultura e informazione.
Anpi Recco Camogli insieme ad altre Sezioni Anpi del territorio che compongono il Coordinamento Anpi Tigullio Golfo Paradiso ricorderanno a 100 anni dalla nascita il Partigiano Aldo Gastaldi “Bisagno” che costituì la formazione Cichero una delle più note in Liguria e non solo.
Le iniziative inizieranno con la proiezione, in diverse località, del film dedicato al Partigiano Marzo e a Recco sarà il giorno 28 luglio ore 21.00 su prenotazione  causa norme anticovid  presso la sezione del Pd di Recco che gentilmente ci ospita e concede gratuitamente  lo spazio per questo incontro.
Ringraziamo il Regista per avere messo a disposizione gratuitamente questa opera per questa importante ricorrenza.
Ecco alcuni commenti relativi al film
“Marzo. Cronache di una vita”
L’autore è il giovane regista genovese Diego Venezia, prodotto da Aicvas (Associazione italiana combattenti
volontari antifascisti in Spagna) e dall’Anpi, con il patrocinio dell’ILSREC, Istituto ligure per la storia della
Resistenza e dell’età contemporanea. Il docufilm racconta la storia di Giovanni Battista “Marzo” Canepa,
protagonista della lotta antifascista ligure e internazionale. Nato a Chiavari nel 1896, è protagonista, nella
sua avventurosa esistenza, di tutti gli avvenimenti più importanti della prima metà del ‘900. Dalla
partecipazione alla Prima Guerra Mondiale alle lotte del biennio rosso; dall’opposizione al fascismo e la
condanna al confino, prima a Lipari e in seguito a Ponza, alla partecipazione alla Guerra civile spagnola e il
successivo esilio in Francia; infine la Resistenza, come commissario politico della divisione Cichero di cui era
comandante Aldo Gastaldi Bisagno. La particolarità di Marzo non sta però soltanto nell’aver attraversato da
protagonista il secolo passato, Canepa era infatti una personalità poliedrica, capace di reinventarsi in
situazioni e paesi differenti, con interessi artistici e culturali oltre che strettamente politici. Figura di
comunista anomalo, sempre pronto a dialogare sia con i vecchi compagni del partito socialista, nel quale ha
iniziato la sua militanza, sia con gli anarchici fino alla grande stima e amicizia con il cattolico Bisagno, per
Marzo quasi un figlio. Il documentario si propone non solo di raccontare questa straordinaria figura di
combattente e la sua grande umanità, ma anche di delineare, attraverso la vita di Marzo, un affresco del
Novecento, ripercorrendone gli avvenimenti sia nella loro portata internazionale che nella particolarità del
contesto ligure. Il film si costruisce attraverso il racconto che Marzo fa della propria vita nei suoi due libri
autobiografici, Le cronache di una vita e La Repubblica di Torriglia. Proprio la dimensione del racconto
caratterizza il documentario, così come la vita di Marzo: non solo il racconto della grande Storia, ma anche i
molti racconti delle piccole storie personali di chi la grande Storia ha attraversato e contribuito a formare. Il
docufilm abbina testimonianze e contributi di storici a frammenti di intervista allo stesso Marzo e alla figlia
Enrica Canepa.
Regia: Diego Venezia
Generi: Documentario, storico
Durata: 67′
Anno: 2020
Nazione: Italia
Formato: Full HD
Tag: antifascismo
Soggetto: Italo Poma
Sceneggiatura: Diego Venezia
Fotografia e ripresa: Marco Ronchi
Montaggio: Marco Ronchi, Diego Venezia
Voce narrante: Franco Leo
Produzione: AICVAS, ANPPIA