Sori: il sindaco e la "disinformazione dell'opposizione" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Polemiche

Sori: il sindaco e la “disinformazione dell’opposizione”

polemiche a Sori

Da Mario Reffo sindaco di Sori riceviamo e pubblichiamo

Il Sindaco e la Giunta Comunale vogliono far chiarezza circa quanto riportato in maniera poco corretta da parte della minoranza partendo da un argomento decisamente importante, proprio perché tengono in grande considerazione la situazione di estrema difficoltà in cui versano le attività commerciali e artigiane a seguito dell’emergenza sanitaria ancora in corso, ed è per questo che è stato deliberato di attuare la riduzione del 45 % delle tariffe T.A.R.I. applicando l’agevolazione, a differenza di altri Enti, sia per quanto riguarda la componente fissa sia per quanto riguarda la componente variabile dell’imposta.

Per ottenere l’agevolazione dovrà essere presentata in Comune apposita domanda, dichiarando i requisiti di legge del calo di fatturato.

La delibera è stata motivata dalla necessità di adempiere ai termini indicati dalla legge e fruire appieno del contributo di 66.822,89 euro stanziato per il Comune di Sori dallo Stato, che è stato purtroppo sensibilmente inferiore rispetto a quanto messo a disposizione per i Comuni limitrofi.

E’ chiaramente poi indicato agli atti che potranno essere utilizzate a scopo di agevolazione le risorse disponibili non utilizzate. Inoltre la Giunta si riserva, in un momento successivo, di approvare ulteriori azioni a sostegno delle attività che hanno subito danni economici.

I soggetti coinvolti sono pertanto invitati a presentare apposita domanda presso il Comune, allo scopo di poter al meglio utilizzare le risorse concesse e valutare nel caso ulteriori azioni a sostegno delle categorie in difficoltà.

In un altro passaggio forviante, l’opposizione ha detto come l’amministrazione non abbia fatto nulla per il completamento del campetto polivalente attrezzato in area Vaccari.  Risposte che in ogni caso sono state date, come di dovere, e rese pubbliche nel Consiglio Comunale del 29 giugno scorso.

La situazione è la seguente: dopo che l’amministrazione, appena insediata, ha verificato il reale stato dell’area ha provveduto a canalizzare le acque piovane con un impianto adeguato di modo che le stesse non potessero più creare problemi alla muratura perimetrale; ha provveduto a rendere più sicura l’area con un nuova recinzione,  sostituendo anche i nottolini delle porte cosicché gli indebiti accessi terminassero,  ed ha provveduto ad imbiancare le imbarazzanti scritte che erano sui muri.

Messa a posto l’area bisogna intervenire per dare un futuro alla stessa e preso coscienza che una copertura non sarà di possibile realizzazione in quanto prossima ad un torrente, si stanno valutando nuove destinazioni di utilizzo come dei campi da Paddle oppure quale sede dei volontari della protezione civile.

Sappiamo che esiste il problema e vogliamo porre una soluzione in tempi e modalità certe per non compiere gli errori della passata amministrazione che progetta e vanta, ma non realizza.

Stiamo lavorando per un futuro migliore di Sori: dalle asfaltature che proseguono agli sfalci e pulizia delle strade comunali.

Queste risposte sono state consegnate alla minoranza che, però, pare non tenerne conto dando una sola versione dei fatti.

Nel gioco politico delle parti si può comprendere questa forma di disinformazione, la sinistra ne è maestra, ma non per questo si ci deve piegare alla soluzione più semplice che è quella di mentire o meglio omettere parti scomode di verità.

Quello che stiamo facendo per Sori è sotto gli occhi di tutti ed i cittadini sanno benissimo giudicare se il nostro operato è adatto o meno.