Casarza: "tassa rifiuti, chiesto il pagamento in anticipo" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Tari

Casarza: “tassa rifiuti, chiesto il pagamento in anticipo”

tigullio possibile

Dal Comitato “Tigullio Possibile“

In questi giorni il Comune di Casarza Ligure (GE) sta chiedendo ai suoi cittadini di iniziare a pagare, con ben cinque mesi di anticipo rispetto agli anni passati, la Tassa sui Rifiuti.

Dopo mesi difficili dal punto di vista psicologico, sanitario ed economico per i cittadini e le imprese, questo non è certo il tipo di segnale che ci si aspetterebbe da un’Amministrazione Comunale che dovrebbe lanciare messaggi di speranza e dare fiducia ai cittadini per risollevarsi e ripartire.

Possibile aveva previsto che la pandemia di Covid-19 avrebbe esasperato le disuguaglianze esistenti e ne avrebbe creato di nuove: a Casarza Ligure (GE) si rincara la dose, creando un ulteriore disagio economico.

Chiedere ai cittadini di Casarza di mettere mano ai portafogli cinque mesi prima del solito in una tale crisi economica e sociale è una decisione irrispettosa non solo nei riguardi di chi ha perso una persona cara e di coloro che ne sono usciti ma stanno pagandone ancora le conseguenze fisiche e psichiche; è oltremodo irriguardosa anche nei confronti di coloro che hanno perso il lavoro o che hanno dovuto chiudere attività imprenditoriali e commerciali.

E’ amaro constatare che gli Amministratori casarzesi non sembrano aver imparato dalla pandemia; se a loro la “lezione” del Covid non è servita, noi di “Tigullio Possibile” siamo preoccupati per cosa ci riserverà il futuro.

Johanna Caminati Engstrom – Alessandro Pasquetti
Portavoci Comitato “Tigullio Possibile“