Rapallo: "Mareggiata, anche Berlusconi jr tra le eventuali 225 parti civili" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Danni miliardari

Rapallo: “Mareggiata, anche Berlusconi jr tra le eventuali 225 parti civili”

Pier Silvio Berluscono parte civile
"Suegno" lo yacht di Pier Silvio Beròlusconi

Anche Pier Silvio Berlusconi tra i 225 proprietari di yacht pronti a costituirsi parte civile nell’eventuale processo all’ingegnere Ernesto La Barbera e al funzionario del ministero Alessandro Pentimalli responsabili, secondo il pubblico ministero Walter Cotugno e al procuratore aggiunto Paolo d’Ovidio, del crollo della diga foranea del Porto Carlo riva di Rapallo. I fatti la notte tra il 29 e 30 ottobre. Sarà il giudice per le indagini preliminari a decidere se rinviare a giudizio i due o archiviare l’inchiesta; eventuale decisione contro cui  la Procura potrà fare ricorso.

Un’eventuale condanna potrà essere definita solo dopo i tre gradi di giudizio. Per la difesa sarà importante dimostrare che quella mareggiata fu un evento straordinario che oltre alla diga a difesa del porto e del centro storico di Rapallo, provocò il crollo di parte di quella foranea di Santa Margherita Ligure; la distruzione di parte della litoranea per Portofino; che spazzò via gli arredi del Faro di Portofino alto 32 metri sul mare; i cavalloni alti 10,50 metri, invasero anche la sede del Circomare; fecero crollare le due passeggiate di Zoagli e l’accesso alla spiaggia dei Sogni a Rapallo.

Il punto sulla richiesta di rinvio a giudizio, è stato pubblicato oggi  su la Repubblica che riferisce anche della volontà di Pier Silvio Berlusconi di costituirsi parte civile per la perdita del suo “Suegno”, una delle ultime imbarcazioni, semiaffondata, ad essere stata rimossa dal golfo.