Zoagli: "Ordinanza cani, suggeriamo una modifica" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Divieti

Zoagli: “Ordinanza cani, suggeriamo una modifica”

Cani in spiaggia

Da Fratelli d’Italia riceviamo e pubblichiamo

I fatti: il Sindaco di Zoagli ha emanato l’ordinanza n. 48/2021 nella quale, non precisando quale spiagge siano vietate ai cani, di fatto interdice l’accesso a tutte le spiagge e alla passeggiata a tutti coloro che hanno con se un cane. E’ un ordinanza che viola il principio di proporzionalità e crea disagio ai tantissimi proprietari di animali residenti o in vacanza.

Le reazioni: la decisione del Comune di Zoagli ha scosso gli animi di tanti proprietari di cani, indignando residenti, turisti e habitué del borgo tra i quali vi sono Campanella e Rosso che, a seguito di tale inaspettata ordinanza, replicano: “Reputiamo che tale ordinanza sia molto drastica al limite della legalità perché non solo non rispetta il principio di proporzionalità ma va a ledere uno dei nostri diritti principali che è quello della libertà di movimento. La scelta dell’amministrazione di Zoagli quindi non è comprensibile ma se fosse un problema di igiene per la pipì dei cagnolini allora facciamo presente che altri Comuni liguri, quali ad esempio Genova e Santa Margherita Ligure, hanno risolto obbligando i padroni di portare con sé una bottiglietta d’acqua”.

“L’ordinanza di Zoagli potrebbe determinare un incentivo agli abbandoni ma altresì un disincentivo al turismo nella nostra bellissima regione già duramente colpita dalle restrizioni e dalle chiusure Covid.“A Zoagli, come in qualsiasi altro comune che non lo avesse ancora fatto, bisognerebbe identificare un tratto di spiaggia accessibile ai cani, un segno di civiltà ed un servizio sicuramente anche per il turismo” così commenta Alberto Campanella, Responsabile Area Tigullio Fratelli di Italia e suggerisce al Sindaco di Zoagli di modificare il paragrafo dell’Ordinanza in cui è scritto: “ai conduttori di cani di accedere nelle spiagge e alle passeggiate”.

A sostenere l’istanza di Campanella vi è Matteo Rosso, Commissario Regione Liguria FdI, il quale riferisce che “Le spiagge accessibili ai cani dovrebbero anche essere segnalate alle strutture ricettive per una chiara indicazione e a tutela di tutti quanti favorendo le vacanze pet friendly sempre più sentite nel resto della Liguria