Lutti: è deceduto Rodolfo Meoli, re della diffusione dei giornali - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Editoria

Lutti: è deceduto Rodolfo Meoli, re della diffusione dei giornali

Rodolfo Meoli

Un ictus improvviso si è portato via Rodolfo Meoli, avrebbe compito 78 anni dopodomani. Era il re incontrastato della diffusione dei giornali. Entrò al Secolo XIX con Brivio Sforza come direttore delle vendite che fece lievitare, utilizzando anche auto munite di altoparlante che strillavano  i titoli del giorno girando anche nelle cittadine della Riviera; una delle sue trovate fu quella di regalare un mazzo di carte, una al giorno con la copia del giornale. Col caso dell’uccisione di Milena Sutter, il Secolo raggiunse le 180.000 copie di venduto al giorno. Fu grande amico di Piero Ottone e di tutti i direttori che si susseguirono al giornale e che fecero seguire le sue direttive: inserire nel titolo il nome della città, paese, località. Ormai in pensione, con la moglie Oretta trascorreva lunghi periodi di vacanza in Portogallo, l’ictus lo ha colto mentre era a Genova.

Oltre alla moglie lo piangono i figli Fabio ed Edoardo, giornalista del Secolo XIX, ed i cinque nipoti: Federico, Francesco, Filippo, Giovanni Battista, Martina cui, ricambiato, era legato da grandissimo affetto. I funerali si svolgeranno domani alle 10 nella chiesa di Sant’Antonio a Boccadasse.

Al collega Edoardo Meoli, le condoglianze della redazione di Levante News – La Voce del Tigullio

(Nella foto Rodolfo Meoli con la moglie, attorniato dai nipoti figli di Edoardo)

 

Più informazioni