Terzo Valico, Toti: "A Genova e in Liguria ci sono le condizioni per lo scatto" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Infrastrutture

Terzo Valico, Toti: “A Genova e in Liguria ci sono le condizioni per lo scatto”

Il governatore Toti: "In questo anno e mezzo di pandemia non ci siamo mai fermati grazie ai protocolli di sicurezza".

Generico maggio 2021

“Oggi ci sono tutte le condizioni per fare un gigantesco scatto, che farà il bene di Genova della Liguria e del paese. Stiamo costruendo qualcosa che è per tutti, un’opera che resterà a figli e nipoti quale che sia l’orientamento politico o il modello di paese che ciascuno ha in testa. Spero che arrivi al più presto il giorno in cui butteremo giù l’ultimo diaframma e finalmente passeranno i treni sotto il Terzo Valico, credo che sarà uno dei giorni più belli della Liguria degli ultimi decenni”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, intervenuto oggi insieme all’assessore allo Sviluppo Economico Andrea Benveduti presso il cantiere del Terzo Valico a Genova Trasta, in occasione della visita del viceministro delle Infrastrutture Teresa Bellanova.

“In questo anno e mezzo di pandemia – prosegue Toti – non ci siamo mai fermati grazie ai protocolli di sicurezza, dimostrando che il paese anche durante la pandemia ha potuto andare avanti. In questa Regione abbiamo sospeso il minor numero di interventi possibili a causa dell’emergenza sanitaria e talvolta non è stato facile tenerli aperti. Per questo oggi è quanto mai opportuno essere qui, perché l’Italia sta ripartendo e dalla Liguria passa un pezzo importante della competitività del Paese dei prossimi anni. Certamente non è irrilevante il fattore tempo: il mondo sta ripartendo veloce e stabilirà quali sono i paesi che scatteranno nel gruppo di testa, chi resterà indietro, le nuove rotte per le merci, le nuove destinazioni turistiche, le città in crescita. Genova ha tutte le condizioni per farcela, abbiamo accumulato un’energia straordinaria con un gigantesco volume di opere in campo, a partire da questo cantiere fino alla messa in sicurezza della città con la conclusione dei lavori per la nuova copertura del Bisagno. Abbiamo tanti problemi, tra cui certamente quello delle autostrade e continueremo a lavorare ma l’importante – conclude – è non perdere di vista l’occhio lungo sul futuro e quando si viene qua il futuro lo si vede, diaframma dopo diaframma”.

Dall’ufficio stampa di Regione Liguria riceviamo e pubblichiamo