Serie D, in Piemonte la Lavagnese trova i tre punti: Fossano ko - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Partita

Serie D, in Piemonte la Lavagnese trova i tre punti: Fossano ko

Da segnalare l'esordio tra i pali di Manuel Cavallo, classe 2004 e figlio d'arte di Luca Cavallo

Simone Solinas, attaccante della Lavagnese, contro il Chieri. Photo Creditis: Lucrezia Corciolani

Termina con un’altra ottima prestazione la stagione della Lavagnese di mister Masitto. A Fossano infatti Oneto e compagni ribaltano l’iniziale svantaggio procurato da Alfiero grazie alla sgroppata sulla sinistra e all’assist di Coulibaly. Già all’8′ ci prova D’Orsi con una gran punizione che colpisce la traversa, poi al 25′ Coulibaly ha l’opportunità di raddoppiare, si beve Bacigalupo in velocità ma lo ferma Bova con una grande uscita sui piedi a bloccare la palla.

La Lavagnese é viva e Cantatore al 28′ imbastisce una pregevole azione che termina però tra le braccia di Bosia.

Al 30′ ancora Bova protagonista sulla pericolosa conclusione di Alfiero, ma al 36′ Solinas servito sul taglio da Di Lisi pareggia e tre minuti dopo in azione fotocopia lo stesso Solinas mette in porta Di Vittorio per il raddoppio e il sorpasso bianconero.

Al 44′ ancora Alfiero si esibisce in una conclusione di potenza che Bova è pronto a disinnescare e un minuto più tardi é ancora Solinas ad andare a rete su imbucata di Cantatore per il 3-1 che chiude la prima frazione.

A pochi minuti dall’inizio della ripresa doppio cambio per entrambe le formazioni con mister Viassi che inserisce Aloia e Giraudo per Coulibaly e Reymond e mister Masitto che schiera Addiego Mobilio e Rovido al posto di Cantatore e Di Vittorio. Al 56′ é bravissimo D’Orsi a bersi mezza difesa locale ma sfortunato a concludere a giro di un soffio a lato.

Al 58′ altro cambio in casa Fossano con Lazzaretti che subentra a Medda, poi al 63′ ci prova anche Basso impegnando Bosia in due tempi.

Al 67′ Brero sostituisce Di Salvatore e al 71′ Orlando rileva Di Lisi, nel mezzo la bella conclusione di Brondi con la solita grande risposta di Bova, poi al 72′ il terzo gol di Solinas sull’immancabile assist filtrante di Addiego Mobilio e dopo altri due minuti il secondo gol piemontese di Adorni con una gran botta dal limite.

Al 78′ altri tre cambi con Picasso per Addiego Mobilio e i rispettivi portieri Bosia e Bova che lasciano spazio a Chiavassa e Cavallo. Senza particolari brividi il finale che regala però il quinto gol bianconero grazie a D’Orsi che realizza il rigore procurato da Brondi per fallo su Picasso.

Da segnalare l’esordio tra i pali di Manuel Cavallo, classe 2004 e figlio d’arte di Luca Cavallo, attuale allenatore della Pro Favara in Eccellenza siciliana nonché indimenticato calciatore tra le altre di Genoa, Siena, Cagliari e Spal.

Ad eccezione di chi deve ancora affrontare i play-off, arriva il momento del riposo dopo una stagione surreale con soste prolungate e settimane estenuanti mentre per i direttori inizia il periodo di fuoco dove gettare le basi per la stagione a venire che speriamo possa essere florida di successi e ricca di soddisfazioni per i nostri colori bianconeri.

FOSSANO: Bosia (78′ Chiavassa), Bellocchio, Scotto, Alfiero, Medda (58′ Lazzaretti), Di Salvatore (67′ Brero), Brondi, Reymond (52′ Giraudo), Manuali, Coulibaly (52′ Aloia), Adorni.

A disposizione Specchia, Galvagno, De Souza, Fogliarino. All. Fabrizio Viassi.

LAVAGNESE: Bova (78′ Cavallo),Oneto, Di Vittorio (52′ Rovido), Di Lisi (71′ Orlando), Bacigalupo, Rossini, Cito, Basso, Solinas, D’Orsi, Cantatore (52′ Addiego Mobilio)(78′ Picasso).

A disposizione Profumo, Lauro, Scorza, Boschini. All. Cristiano Masitto.

Arbitro: Gioele Iacobellis di Pisa.

Assistenti: Giacomo Bianchi di Pistoia e Gianluca Scardovi di Imola.

Ammonito: Adorni.

Possesso palla 51 – 49 %

Tiri (in porta) Fossano 9 (7) – Lavagnese 15 (9).

Calci d’angolo 4 – 6.

Falli commessi 12 – 12.

Reti: 3′ Alfiero, 36′ Solinas, 39′ Di Vittorio, 45′ Solinas, 72′ Solinas, 79′ Adorni, 90′ D’Orsi rigore.

 

Dall’ufficio stampa della Lavagnese riceviamo e pubblichiamo