Val di Vara: i cinghiali mettono a repentaglio i raccolti - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cronaca

Val di Vara: i cinghiali mettono a repentaglio i raccolti

di Guido Ghersi

In provincia della Spezia, sia sul versante mare che nell’entroterra della Val di Vara, non si placa l’allarme cinghiali. Negli ultimi due mesi gli ungulati hanno devastato le coltivazioni. In particolare, nel territorio del Comune di Pignone: sono stati distrutte tonnellate di patate “P.a.t.”(Prodotto Agro-alimentare Tradizionale) e ora è a rischio l’intero raccolto.

L’allarme è stato lanciato dalla “Coldiretti” della provincia spezzina, che ha raccolto le denunce di molti contadini della Val di Vara e si sta attivando con l’Assessorato all’Agricoltura della Regione affinché adotti delle misure di contenimento.

“Ormai è una situazione insostenibile”, ha dichiarato il direttore della “Coldiretti”, Francesco Goffredo.

Più informazioni