Rapallo: alla scrivania del comandante, Fabio realizza un sogno - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Rapallo: alla scrivania del comandante, Fabio realizza un sogno

Da Michele Corrado riceviamo e pubblichiamo

Fabio è un ragazzo come tanti, ma dotato di un cervello straordinario, intelligente, brillante e con una memoria veramente prodigiosa, purtroppo prigioniero, per dirla con le sue parole, di un corpo che non lo fa muovere a suo piacimento. Deficit motori e visivi lo obbligano a spostarsi su una sedia a rotelle che e’ diventata nel tempo la sua fedele compagna di vita. 

Ha dovuto trasferirsi 17 mesi fa da Terzo, un piccolo paese dell’Alessandrino di poco più di 800 abitanti, situato in collina nelle immediate vicinanze di Acqui Terme. Il trasferimento a Rapallo è stato non poco complicato. La cittadina rivierasca di circa 30.000 abitanti ha clima, urbanizzazione, traffico, organizzazione sociale con modalità ben diverse dal paese di origine. 

Fabio nella sua precedente situazione era molto ben inserito nel tessuto sociale della sua comunità collaborando con una nota agenzia viaggi e accompagnando scolaresche o turisti nelle gite. Per un breve periodo ha anche collaborato con la scuola Tecnica di Acqui dove aveva studiato .

Si è dovuto trasferire a seguito della perdita della mamma, ma anche per ragioni lavorative del fratello  Marco che ne ha la patria potestà. Fabio ha un fratello gemello, Massimo, che è rimasto ad Acqui T. in struttura protetta perché anch’egli soffre di difficoltà motorie più gravi. 

Lo abbiamo conosciuto parecchi mesi fa tramite l’ attivismo di Cristina che ha cominciato a farlo uscire un po’ di casa il mercoledì per dimostrargli che noi Liguri non siamo poi sempre così scontrosi con tutti i “foresti”. A mano a mano il gruppo si e’ allargato, così, a turno, Cristina, Michele, Claudia, Massimo, Francesco, Elisabetta ecc. lo facciamo uscire in coppia o in gruppo. Ormai autoproclamati  “badanti per caso” trasformiamo ogni volta le uscite del mercoledì in un momento di gioia ricco di emozioni ed interessi. Anche per noi…

Ogni settimana un programma diverso, passeggiate, escursioni con pic-nic, visite ai paesi vicini o al centro storico di Genova in risciò ecc-  

Lo scorso 7 giugno Fabio ha compiuto 42 anni e noi, divenuti ormai i suoi locali amici, scimiottando un po’ quello che è la mission dell’associazione onlus “ make a wish” che realizza i desideri dei bambini malati, gli abbiamo chiesto cosa gli sarebbe piaciuto di più come regalo di compleanno. La risposta è stata diretta e senza tentennamenti : visitare la sede operativa della Polizia Locale di Rapallo e conoscerne i componenti. 

Anche se un po’ sorpresi non ci siamo persi d’animo. Detto fatto, grazie ad una amica comune, Roberta Conti, che proprio li lavora, abbiamo organizzato il sospirato incontro ieri mercoledì 9 giugno.

Fabio è stato davvero coccolato da tutti ed accolto con tutti gli onori. Ha conosciuto tutti dal comandante al vicecomandante e tutti i presenti al momento della visita. Ha potuto visitare gli uffici, anche quelli operativi dove gli è stata mostrata una simulazione di collegamento radio. Ha potuto fare tutte le domande possibili e ogni componente della polizia locale gli ha spiegato come funzionano i vari settori di competenza e come sono gestite le emergenze. Il tutto è stato documentato con fotografie nelle varie fasi che, dopo le autorizzazioni del caso, sono già state trasferite sul pc di Fabio. Le potrà rivedere sul suo schermo grazie ad una speciale lente di ingrandimento con supporto di fissaggio. Ha potuto anche vedere alcuni mezzi in dotazione con le insegne anche se purtroppo non era presente il pezzo forte, la potente moto elettrica “Zero motorcycle”, perché fuori in missione. Sarà il motivo per una prossima visita… Giornata piena dunque che sarà ricordata per lungo tempo. 

In chiusura della full immersion gli sono stati donati gadget e stemmi del Comando Polizia Locale di Rapallo. Roberta Conti l’ha voluto omaggiare con il berretto personale di ordinanza. Atto che è stato molto gradito. Il congedo si è concluso con la fotografia di gruppo con il Vicecomandante e alcuni addetti che hanno potuto sospendere per pochi minuti le loro molteplici attività. 

Fabio sarà grato per sempre di aver potuto realizzare il suo sogno segreto e noi “badanti per caso” ringraziamo davvero quanti hanno reso possibile tutto questo, in special modo il  Comandante dott. Fabio Lanata che ha accolto con entusiasmo l’iniziativa. 

Chi volesse scrivere o salutare Fabio potrà farlo alla sua email personale fabio.aprile79@alice.it  oppure scrivendogli semplicemente sulla sua pagina fb Fabio Aprile.

Fabio con alcuni agenti della Polizia Locale
Alla scrivania del Comandante della Polizia Locale
Più informazioni