Rapallo: "La zona bianca e l'invasione di auto" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

Rapallo: “La zona bianca e l’invasione di auto”

Da Pierluigi Biagioni riceviamo e pubblichiamo

 I continui passaggi cromatici delle regioni, causa Covid ma anche cause climatiche, non danno certamente una mano ai cittadini sempre più pressati dalla paura del declino fisico e morale!!!

Quando nel libro bianco sullo stato dell’ambiente nel levante della provincia di Genova, analizzammo criticità di ogni tipo, dalla viabilità, all’eccessiva densità abitativa, ci aspettavamo che le successive Amministrazioni del Territorio riuscissero ad impiantare una “leggera” autocritica sul malfatto!!!

 Poco di tutto questo, soprattutto nella cittadina di Rapallo, ove abito per buona parte dell’anno, e tento, tentiamo, con l’ausilio di ambientalisti, tecnici, cittadini sensibili alla solidarietà, ecc… di migliorare  il territorio comunale nella sua globalità !!!  l’attuale amministrazione, infatti, ad es., sembra aver sposato solo una porzione del lungomare cittadino (greenwashing ????? )  nascondendo, ad esempio, tutta la plastica delle mareggiate, sotto uno spesso strato di sabbia riportata, un po come certe persone che nascondono la polvere sotto il tappeto !!! !!!

Il resto del fronte mare subirà un’ulteriore rapallizzazione rubando una buona fetta al mare !!!  peccato che non ci si ricordi ( ma gli interventi vanno fatti in primavera ) dei quattro torrenti che bagnano il golfo, alla mercè della maleducazione, indifferenza, improvvisazione, gonfi di ogni rifiuto umano !!   ( non è da meno, ad es., il torrente Rupinaro a Chiavari, il cui letto cementificato negli anni 50/60, è una vera e proprio bomba ecologica, con diga antistante la sua foce ) !!!

 E vogliamo parlare del passaggio a zona gialla, della Liguria e  regioni vicine???  una marea di automobili si è riversata nel nostro territorio, portando inquinamento diverso (soprattutto polveri sottili ), ingolfando ogni angolo anche collinare di questa povera ex bellissima cittadina turistica !!!

 Se poi parliamo delle opere pubbliche, spesso bloccate, con lavori spesso malfatti e quindi bisognosi di nuovi interventi, dobbiamo sperare in qualche intervento miracoloso, per risvegliare la sonnolenta e complicata burocrazia tigullina , esempio la costituzione del Parco Nazionale di Portofino e del Levante Ligure, con nuovi posti di lavoro e recupero delle nostre colline sempre più abbandonate !!!

  Massimiliano Amantini –Pierluigi Biagioni – Angelo Spanò / Europa Verde Liguria – area Tigullio

(foto archivio)
Più informazioni