Tigullio: sempre più forte la concorrenza di Genova - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Tigullio: sempre più forte la concorrenza di Genova

Ai tempi d’oro del Salone Nautico, gli alberghi della Riviera segnavano il tutto esaurito per la presenza di allestitori, espositori e visitatori e nei ristoranti più noti, per cenare occorreva prenotare per avere un tavolino ad uno dei due turni serali. Successivamente Genova ha scoperto di possedere gli attributi per fare turismo, ha aperto alberghi con concezioni moderne che si accaparrano i clienti rivieraschi. Poi è toccato ai ristoranti subire l’apertura di quelli proposti sul fronte mare e nel centro storico del capoluogo; prima i genovesi la sera arrivavano in Riviera per gustare piatti tipici; ora, evitano di spostare l’auto, di affrontare problemi di viabilità e di posteggio al rientro a casa e scelgono il ristorantino in città; è più frequente il caso di persone che dal Levante si recano a Genova per cenare.

Ora è il momento della Nautica. Non è da oggi che Genova offre posti barca, ma la nuova marina della Fiera firmata Renzo Piano avrà un fascino particolare sui diportisti proprietari di yacht di lusso.

In Riviera per la verità non si dorme. Porftofino offre tutto il suo fascino, servizi di prim’ordine e richiama una clientela mondiale. Grazie alla chiusura del porto Carlo Riva di Rapallo che durante i lavori non potrà ospitare yacht fino all’estate 2022, vivono alla grande gli altri scali come Santa Margherita Ligure col suo porto abbracciato dalle cose di Corte; a Chiavari è addirittura Cala Levante a trainare il turismo in città. Ed ora anche Sestri Levante punta ad avere un molo riservato al transito, dove attracca gente che cena, fa shopping e poi riparte lasciando il posto ad altri. Il porto di Lavagna potrebbe diventare la miniera d’oro della città se il sindaco Gian Alberto Mangiante andasse a scuola dal suo collega di Portofino Matteo Viacava (e in tanti si augurano che già stia lavorando per assegnare, alla scadenza dell’attuale concessione, lo scalo alla città).

Tra i porti levantini esiste una strategia, un progetto di portualità col brand Tigullio?

Portofino