Recco: "Dehor al posto di auto, ok; ma fino a quando?" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

Recco: “Dehor al posto di auto, ok; ma fino a quando?”

Il problema si pone in molti Comuni che giustamente hanno agevolato i ristoratori e titolari di bar concedendo loro spazi all’aperto per poter proseguire, almeno in parte, l’attività al tempo della pandemia. Accade anche nelle isole pedonali dove alcuni amministrazioni hanno concesso tratti di marciapiedi, in alcuni casi ignorando sicurezza e barriere architettoniche.

Il problema si pone particolarmente a Recco dove l’allestimento di dehor ha sacrificato decine di posti auto che, anche in concomitanza con la chiusura del lungomare e relativo posteggio, inizia a porre problemi che generano interrogativi (e mugugni). Va benissimo la solidarietà fino a che non esisteva il divieto di servire i clienti in spazi interni. Ma Ora? Fino a quando i tavolini occuperanno i posti auto? E perché fruisceno di stalli chi non aveva mai avuto tavolini al suo interno?

Per altro gli imprenditori per realizzare i loro dehor hanno speso cifre consistenti e si ritiene vogliamo almeno ammortizzarne i costi. Inoltre alcuni angolini sono stati ingentiliti dalla presenza di sedie, tavolini e clienti. Ogni situazione, insomma, è diversa dall’altra. Per il sindaco Carlo Gandolfo, quando sparirà il coprifuoco, sarà un problema da sciogliere. (m.m.)

Il lungomare questa mattina

Per altro

Più informazioni