Parco dell'Aveto: le escursioni di giugno - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Attualità

Parco dell’Aveto: le escursioni di giugno

Dal Cea (Centro Educazione Ambientale) del Parco dell’Aveto riceviamo e pubblichiamo

Giugno nel Parco dell’Aveto
Visite guidate alla scoperta delle meraviglie del Parco dell’Aveto
 
Il Sentiero Carsologico tra grotte e doline
2021 anno internazionale delle Grotte e del Carsismo
Domenica 13 giugno 2021

Un’escursione accompagnati da un’esperta geologa alla scoperta di un’area carsica del Parco. Nel corso della gita si percorrerà uno dei Sentieri Natura del Parco, il “Sentiero Carsologico”, e si potranno osservare i principali fenomeni geomofologici, carsici e naturalistici della valle. Il percorso ad anello parte da Arzeno, in alta val Graveglia e raggiunge una importante zona carsica con inghiottitoio attivo situato nei pressi del Passo del Biscia e poi prosegue lungo una facile strada sterrata che porta al caratteristico borgo di Prato di Reppia per poi tornare la punto di partenza.
Al termine della visita verrà offerta ai partecipanti una merenda a base di prodotti tipici presso l’Agriturismo “Villa Rosa” ad Arzeno.

Punto di ritrovo: ore 9.00 ad Arzeno (Comune di Ne)
Rientro: ore 15.30 (pranzo al sacco)
Difficoltà: media (4 ore circa – 300 m dislivello)
Partecipazione gratuita
La prenotazione è obbligatoria e va effettuata compilando il form al seguente link https://forms.gle/ZLxf1hQJcn6tHa1y5

Le escursioni sono promosse a titolo gratuito tramite il progetto “Attività di educazione e promozione di stili di vita sostenibili a supporto della “Strategia Regionale per lo Sviluppo Sostenibile” del Cea del Parco, finanziato da Regione Liguria nell’ambito dell’accordo per la Strategia regionale per lo Sviluppo Sostenibile sottoscritto con il ministero dell’Ambiente.

***

Alla scoperta di flora e fauna delle zone umide del Parco
L’Anello della Foresta delle Lame
Sabato 19 giugno 2021

Escursione nella bella foresta delle Lame, custode di numerosi laghetti di origine glaciale, alla scoperta della flora e della fauna tipica delle zone umide del Parco. Durante l’escursione, con partenza dal Lago delle Lame, si potranno ammirare piante e animali che vivono nei numerosi laghetti e pozze della Foresta: in molti casi si tratta di “relitti glaciali”, ossia specie di origine artico-boreale (e quindi “amanti” del freddo), che si sono insediate alle nostre latitudini in epoca glaciale (si risale a circa 10.000 anni fa) e che oggi sono ancora presenti in zone del Parco particolarmente fredde.

Punto di ritrovo: ore 9.00 al Lago delle Lame (Comune di Rezzoaglio)
Rientro: ore 16.00 circa 
Difficoltà: media (4 ore – 300 m dislivello)                                                           
Costo: 10 euro adulti, 5 euro bambini da 6 a 12 anni, da corrispondere anticipatamente mediante il sistema PagoPa
La prenotazione è obbligatoria e va effettuata compilando il form al seguente link https://forms.gle/thPkjniaMjJsjQVM6

***

Sulle tracce del lupo
L’Anello di Liciorno
Domenica 20 giugno 2021 dalle 09:00 alle 16:00

Escursione alla scoperta dei lupi che vivono nel territorio del Parco per conoscere la biologia, la distribuzione e l’ecologia della specie e tutti gli aspetti storici, ecologici e culturali scaturiti dal non semplice rapporto con l’uomo e con le sue attività. L’escursione, con partenza dal caratteristico borgo di Ventarola in Comune di Rezzoaglio, attraversa un’area frequentata dai lupi che vivono nel territorio del parco; lungo il percorso si potranno osservare tracce, feci e altri segni di presenza del predatore.

Punto di ritrovo: ore 9.00 a Ventarola (Comune di Rezzoaglio)
Rientro: ore 16.00 circa 
Difficoltà: media (4 ore – 300 m dislivello)                                                           
Partecipazione gratuita
La prenotazione è obbligatoria e va effettuata compilando il form al seguente link https://forms.gle/mxHPZ2NooGy5jncz8

Le escursioni sono promosse a titolo gratuito tramite il progetto “Attività di educazione e promozione di stili di vita sostenibili a supporto della “Strategia Regionale per lo Sviluppo Sostenibile” del Cea del Parco, finanziato da Regione Liguria nell’ambito dell’accordo per la Strategia regionale per lo Sviluppo Sostenibile sottoscritto con il ministero dell’Ambiente.

***

Visita guidata all’Azienda Agricola “Villa Rocca” con degustazione di prodotti tipici
I prodotti tipici del Parco
Domenica 27 giugno 2021

Visita guidata all’Azienda Agricola “Villa Rocca” in Comune di Rezzoaglio dove si potranno osservare coltivazioni di numerose varietà locali, tra cui la patata Quarantina Bianca, il mais quarantino, la fagiolana quarantina e visitare il campo varietale della collezione di patate del Consorzio della Quarantina (oltre 400 varietà da tutto il mondo). Durante la facile passeggiata, che da un antico mulino conduce a un’interessante zona umida, si potranno vedere al pascolo alcune mucche Cabannine, razza autoctona della Val d’Aveto. Al termine della visita verrà offerta ai partecipanti una merenda a base di prodotti tipici.

Punto di ritrovo: ore 15.00 presso il Centro Visite del Parco a Rezzoaglio; ci si sposterà poi con i propri mezzi nella vicina Villa Rocca (frazione di Rezzoaglio)
Rientro: ore 18.00 circa
Difficoltà: facile                      
Partecipazione gratuita
La prenotazione è obbligatoria e va effettuata compilando il form al seguente link https://forms.gle/DgdWz9CnU9psfRFv5

Le escursioni sono promosse a titolo gratuito tramite il progetto “Attività di educazione e promozione di stili di vita sostenibili a supporto della “Strategia Regionale per lo Sviluppo Sostenibile” del CEA del Parco, finanziato da Regione Liguria nell’ambito dell’accordo per la Strategia regionale per lo Sviluppo Sostenibile sottoscritto con il ministero dell’Ambiente.

Per tutte le escursioni:

Numero massimo di partecipanti:15

Equipaggiamento indispensabile: giacca impermeabile, abbigliamento comodo e a strati, occhiali da sole, scarponi da trekking.

Si specifica che le escursioni si potranno realizzare solo se la Liguria sarà in zona gialla o bianca e se gli spostamenti previsti nei Dpcm e nelle ordinanze anticontagio lo consentiranno.
In caso di maltempo l’escursione potrà essere annullata.