Lavagna: "Diga Perfigli, ecco perché non saremo in aula" (2) - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

Lavagna: “Diga Perfigli, ecco perché non saremo in aula” (2)

Da Officina lavagnese a firma Guido Stefani e Aurora Pittau riceviamo e pubblichiamo

Si informa che Officina Lavagnese ha deciso di non partecipare ai lavori riguardante il punto 4 in ODG del Consiglio comunale in quanto quanto proposto è fuorviante e non fa assumere nessuna responsabilità di revoca delle opere spondali sull’ultimo tratto del fiume Entella, come invece lascia ad intendere la maggioranza lavagnese. Pare strano che giunta e consiglieri comunali non abbiamo valutato con attenzione le ultime proposte al riguardo e gli stessi stiano cambiando le carte per far credere ai lavagnesi tutti tutt’altro.

L’ intervento oggetto dell’Accordo del 2013, con sospensione e revoca, proposte dall’Amministrazione comunale lavagnese in carica, riguarda il sistema viario a monte del Ponte della Maddalena e alcuni interventi di difesa idraulica relativi all’arginatura dell’Entella sempre a monte del Ponte della Maddalena. Tali interventi al momento della firma dell’Accordo di Programma risultavano essere allo stato di un progetto di fattibilità. Si tratta quindi di un Accordo che ha ad oggetto un progetto diverso da quello relativo agli “Interventi di mitigazione del rischio idraulico del bacino del fiume Entella relativamente al tratto terminale dalla foce al ponte della Maddalena 1 lotto – 1 stralcio funzionale”, seppur a questo ultimo connesso.
L”intervento riguardante le opere di difesa spondale, per le quali è in corso la gara europea per l’affidamento dei lavori, è stato approvato con determinazione dirigenziale n. 3967 del 06.09.2013 (due mesi prima la firma dell’Accordo), con la quale è stata formalizzata la conclusione del procedimento in conferenza di servizi per l’approvazione del progetto definitivo dell’opera ; nel corso del procedimento conferenziale è stata acquisita la Deliberazione di Consiglio del Comune di Lavagna n. 11 del 05.03.2013, recante, come si legge nel testo della determinazione dirigenziale “assenso alle opere previste in progetto e variante urbanistica connessa”. Tale ultimo atto comunale non è stato intaccato in alcun modo dalla recente sospensione dell’Accordo di programma stipulato il 27 novembre 2013.

Riteniamo doveroso per la comunità Lavagnese invitare tutti a leggere quanto proposto nelle delibere del 2013 e quanto deliberato dall’attuale maggioranza. Chiunque capirà che le attuali delibere di sospensiva e revoca non intaccano le scelte prese nel 2013, volte esclusivamente alla sicurezza dei cittadini lavagnesi, senza nessun altro interesse al riguardo.
Consideriamo davvero importante che ognuno abbia l’opportunità di una conoscenza chiara e chiediamo alla stampa di supportarci in questo cammino.

Più informazioni