Funivia del Mottarone, scarcerato Perocchio: con lui libero Nerini - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Una persona ai domiciliari

Funivia del Mottarone, scarcerato Perocchio: con lui libero Nerini

Il direttore di esercizio: "L'errore è stato mettere i forchettoni per ovviare ad un problema che si sarebbe risolto"

stresa, funivia, tragedia

E’ stato scarcerato Enrico Perocchio direttore di esercizio della funivia di Stresa e della Montallegro di Rapallo: lo ha deciso il gip di Verbania Donatella Banci Buonamici al termine degli interrogatori.  Stesso provvedimento per Luigi Nerini, mentre va ai domiciliari Gabriele Tadini, il caposervizio della funivia del Mottarone.

“Non salirei mai su una funivia con ganasce, quella di usare i forchettoni è stata una scelta scellerata di Tadini”: lo ha detto al gip del tribunale di Verbania il direttore di esercizio della funivia del Mottarone, Enrico Perocchio, secondo quanto riferito dal suo legale, avvocato Andrea Da Prato.

“Sono contento di tornare dalla mia famiglia, ma sono disperato per le quattordici vittime”, ha detto Perocchio lasciando il carcere di Verbania. L’errore è stato mettere i forchettoni per ovviare ad un problema che si sarebbe risolto – ha aggiunto – Se avessi saputo che erano stati messi non avrei avvallato la scelta, in carcere stavo male per le persone mancate e per la mia famiglia”.

 

Più informazioni