Container pieni di gasolio per non pagare le accise: cinque indagati - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Contrabbando

Container pieni di gasolio per non pagare le accise: cinque indagati

Due anni di indagini che hanno toccato Venezuela, Repubblica Ceca e mezza Italia da Parma a Napoli.

Importante operazione messa a punto dalla Guardia di Finanza.

Contrabbando aggravato di prodotti petroliferi è il principale capo di imputazione di cinque soggetti, a seguito del quale i funzionari del reparto antifrode dell’Ufficio delle Dogane e i militari del gruppo della Guardia di Finanza della Spezia hanno sequestrato preventivamente immobili e disponibilità finanziarie per oltre 240mila euro. Un importo pari all’illecito profitto derivante dall’evasione delle accise e dell’imposta sul valore aggiunto.

Le indagini, iniziate nel 2019, hanno consentito di porre sotto sequestro 244mila litri di gasolio, di individuare un totale di 24 spedizioni tra importazioni e transiti in contrabbando aggravato (per un totale di 64 container) e accertare l’evasione di maggiori diritti di confine per oltre 243mila euro. Le attività illecite si sono sviluppate tra Bologna, Parma, Genova, Livorno, Lucca, Pisa, Teramo, Napoli e Caserta.

L’intervento congiunto di ADM e della Guardia di Finanza ha consentito attraverso perquisizioni e acquisizioni documentali, di smascherare l’attività fraudolenta e di individuare i responsabili nonché le società fittiziamente interposte o appositamente costituite in Repubblica Ceca e Venezuela e intestate a prestanome. L’indagine ha consentito di ricostruire con schiaccianti elementi probatori l’attività illecita che ha prodotto sanzioni complessive per oltre 4 milioni di euro tra diritti doganali e di accise.

Fondamentale l’apporto fornito dai laboratori chimici di ADM che hanno accertato che il prodotto dichiarato come “sgrassante” era in realtà gasolio, ne è derivato un primo sequestro, operato nel porto della Spezia, di un carico di oltre 40mila litri di gasolio proveniente dal Venezuela e stivato in flexitank (all’interno di due container). In altri otto container sono stati individuati ulteriori 200mila litri di gasolio con le medesime caratteristiche.

Più informazioni