Chiavari: "Nocciole e olio, l'alleanza cattura il gusto" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Attualità

Chiavari: “Nocciole e olio, l’alleanza cattura il gusto”

Dall’ufficio stampa del Consorzio Olio Dop Riviera Ligure riceviamo e pubblichiamo

Nocciole Misto Chiavari e Olio Dop Riviera Ligure: la Liguria scopre una nuova alleanza per catturare i consumatori anche di altre regioni.

L’idea è venuta allo storico Panificio & Pasticceria Barbieri di Chiavari: alle nocciole che da sempre hanno caratterizzato molti prodotti dell’azienda, si è aggiunto l’Olio Dop Riviera Ligure prodotto in un oliveto in gestione a Leivi.  Risultato: la Crema Nocciole Gold che ha proseguito il successo della Crema Chiavarina immessa sul mercato già da alcuni anni.

“Le nocciole Misto Chiavari sono uno scrigno di otto cultivar diverse, selezionate nei secoli dai nostri contadini, che rappresentano un magnifico esempio di biodiversità – spiega Piero Barbieri, titolare del Panificio insieme alla sorella Francesca -. Come nasce questa nuova crema spalmabile? Prima effettuiamo la tostatura, poi la selezione manuale delle nocciole eliminando quelle non conformi. Poi zucchero, cacao e la lavorazione con l’Olio Dop Riviera Ligure”.

Un progetto che si è basato sul rilancio della nocciola coltivata nell’entroterra del Tigullio,  sostenuto dalla Camera di Commercio di Genova, con il ruolo fondamentale  della Cooperativa Isola di Borgonovo che rappresenta il punto di riferimento per la consegna delle nocciole per i contadini.

“Le richieste stanno arrivando anche da fuori Italia – prosegue Piero Barbieri -.  La scelta di puntare su un prodotto che valorizzasse anche l’Olio Dop Riviera Ligure consolida l’obiettivo della nostra impresa di catturare l’interesse dei consumatori sostenendo il territorio nel suo complesso. Dal primo forno di mio padre alimentato dai gusci di nocciola al primo olio prodotto nell’oliveto di Leivi, l’emozione è sempre la stessa”.

A fianco delle confezioni della crema spalmabile,  le bottiglie dell’Olio Dop Riviera ligure che l’azienda ha saputo valorizzare  con una particolare etichetta disegnata dal pittore Luiso Sturla.

“Questo della Pasticceria Barbieri è un esempio del modello di sviluppo per il quale stiamo lavorando in questi anni – commenta Carlo Siffredi, presidente del Consorzio dell’Olio Dop Riviera Ligure -. Prima il recupero di oliveti, quindi una produzione dop, a seguire  l’idea di abbinare parte dell’olio prodotto ad un’altra eccellenza ligure, confermando come l’olio della nostra regione possa arricchire tutti i cibi dagli antipasti ai dolci. Il risultato è uno straordinario sostegno al territorio sia dal punto di vista ambientale, che economico e sociale: esattamente l’obiettivo della filiera produttiva della Dop Riviera Ligure”.  

Video intervista a Piero Barbieri al link https://youtu.be/O9C08GGxZ_E

Più informazioni