Bandiere Blu: perché se ne fregiano solo sei Comuni - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

Bandiere Blu: perché se ne fregiano solo sei Comuni

In Provincia di Savona le bandiere blu assegnate sono 15; nella Città metropolitana di Genova solo 6 e fortunatamente tutte nella riviera di Levante. In queste occasioni si è soliti urlare “Evviva, evviva!” Senza voltarsi e capire perché vi sono Comuni esclusi.

Intanto le cittadine che possono innalzare la Bandiera Blu, partendo da Moneglia, prima ad essersene fregiata; poi Sestri Levante (che ieri non figurava in alcune note), Lavagna, Chiavari (premiato anche il porto), Santa Margherita Ligure e Camogli.

Recco ne è priva pur essendo dotata di un depuratore comprensoriale che ha permesso a Camogli di acquisire il vessillo. A Rapallo il depuratore è in funzione da pochi mesi e ci si augura che attivi subito le pratiche per ottenere il riconoscimento. Poi c’è Zoagli che per lo smaltimento della rete nera dipende addirittura da due Comuni (Rapallo e Chiavari) e non ha tuttavia un organico comunale che possa occuparsi della complessa pratica burocratica per ottenere la Bandiera Blu. Portofino non ha bisogno del vessillo per far conoscere l’eccellenza del suo mare, totalmente compreso nell’Area marina di Portofino. E ci sono Sori, Pieve e Bogliasco che potrebbero fregiarsi del riconoscimento.

Per i Comuni minori che hanno carenza di personale, pensiamo dovrebbe essere la Città metropolitana a farsi carico di preparare la documentazione per concorrere al conferimento della Badiera Blu o denunciare l’insufficienza dei servizi indispensabili. Nella città metropolitana sono rappresentati molti Comuni; alcuni esprimono addirittura “assessori”. Sarebbe bello lottare per far si che la Città metropolitana mantenga almeno i servizi che la Provincia di Genova garantiva.