Serie D, Sestri Levante lucido, Lavagnese no: il derby è dei padroni di casa - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
La cronaca

Serie D, Sestri Levante lucido, Lavagnese no: il derby è dei padroni di casa

I bianconeri domenica al Riboli affronteranno la capolista Pont Donnaz

Lo stadio "Giuseppe Sivori" di Sestri Levante.

Va al Sestri Levante il derby contro la Lavagnese, al Sivori la formazione rossoblu vince 3-1. Passano appena due minuti e i ragazzi allenati da mister Ruvo sono in vantaggio: lancio lungo di Salvalaggio, difesa bianconera colta in contropiede con Rossini che stretto tra due avversari viene sbilanciato e Buso è veloce ad appoggiarla alle spalle di Boschini.

La Lavagnese non si abbatte e ha una doppia occasione al 4′ e al 9′ ma prima Rovido calcia di poco alto e poi Oneto pennella un cross delizioso in area ma Avellino è impreciso e colpisce sopra la traversa.

La Lavagnese vuole recuperare a tutti i costi e anche Oneto prova a sorprendere Salvalaggio dalla lunga distanza ma senza fortuna. Al 22′ la prima tegola in casa bianconera: Alluci si scontra con un avversario e deve lasciare il campo per una brutta botta al ginocchio, al suo posto Cito.

Alla mezz’ora Addiego Mobilio si guadagna una punizione che insacca direttamente! 1-1 e di nuovo in parità.

Nemmeno il tempo di organizzare la manovra che il Sestri torna nuovamente in vantaggio grazie a una punizione dai 20 metri che Selvatico calcia direttamente nel sette per il nuovo vantaggio locale.

Al 38′ Buongiorno prova la conclusione di potenza dal limite ma la palla viene respinta da un difensore rossoblù, il primo tempo finisce qui.

Al 52′ buon fraseggio dei bianconeri con Scorza che da posizione defilata prova a calciare in porta senza però impensierire il numero uno sestrino, subito dopo la prima ammonizione di Rovido per un ingenuo fallo.

Tre minuti più tardi secondo cambio forzato per mister Masitto che deve togliere Addiego Mobilio per un problema alla spalla, al suo posto D’Orsi.

Tre minuti più tardi mister Masitto viene preso di mira dalla tribuna, l’allenatore risponde a tono ma viene allontanato da Nigro di Prato. Neanche il tempo di raggiungere la tribuna che il Sestri approfitta di un pasticcio difensivo per affondare il colpo con Marquez che ruba palla ad Avellino e supera Boschini nell’angolino basso.

Ciliegina sulla torta al 64′ Rovido atterra Buffo lanciato sulla fascia e si becca la seconda ammonizione lasciando così i compagni in inferiorità numerica per l’ultima mezz’ora di gioco.

Al 70′ i bianconeri, complice l’allontanamento di Rovido, cambiano disposizione inserendo Bacigalupo e Bei al posto di Scorza e Solinas ma la musica non cambia e la Lavagnese non riesce a impensierire la retroguardia del Sestri. Nel finale le molteplici sostituzioni tra cui quella di Romanengo su Basso non spostano gli equilibri, nel mezzo la conclusione di Cirrincione dalla distanza che non sorprende Boschini e la gara si chiude con una brutta sconfitta in previsione del difficile incontro di domenica al Riboli contro la capolista Pont Donnaz dove occorreranno punti per cercare la salvezza matematica quanto prima.

Più informazioni