Chiavari: "Dal caos autostradale ai vaccini" - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cronaca

Chiavari: “Dal caos autostradale ai vaccini”

Da Luca Garibaldi consigliere regionale e capogruppo Pd riceviamo e pubblichiamo

Ciao,

Nelle scorse giornate, come negli ultimi mesi, spostarsi in macchina in Liguria è stata una vera e propria impresa.

Il caos autostradale; esenzione dai pedaggi

Il problema è che questa situazione con Autostrade per l’Italia in Liguria va avanti da troppo tempo, e la battuta “sai quando parti ma non sai quando arrivi” non può continuare più. Si tratta di una totale mancanza di rispetto degli impegni da Parte della Società nei confronti di chi quelle strade cerca di percorrerle quotidianamente per impegni di lavoro o per impegni personali e che sistematicamente, si trova a stare fermo per ore incolonnato in autostrada.

Quello che è successo venerdì mattina è stata l’ennesima dimostrazione di un sistema che, ormai è evidente, non funziona più: code e cantieri infinite, e tavoli di confronto che commentano i disagi dei giorni precedenti, senza prevedere reali soluzioni.

Da qui l’idea di tutelare gli utenti con una proposta di legge che come gruppo PD stiamo per presentare: un meccanismo automatico, per cui nel momento in cui si verificano problemi sulle autostrade scatti subito lo stop al pagamento dei pedaggi, e allo stesso tempo immediate penali nei confronti dei concessionari come Autostrade che non rispettano le tempistiche dei lavori. Si tratta di una proposta di legge nazionale, che il Consiglio Regionale, se la approverà, invierà alle Camere per la discussione.

Nel frattempo chiediamo che la Regione, come ha fatto la scorsa estate, emetta ordinanze ad hoc per i cantieri, perché la situazione sta diventando insostenibile.

Commissione Recovery regionale

Martedì scorso si è riunita per la prima volta la Commissione Recovery Regionale, nata con l’obiettivo di monitorare e sostenere l’impatto del Piano Next Generation EU in Liguria, e per sollecitare la realizzazione di tutte le iniziative necessarie per la messa a sistema del più grande investimento pubblico internazionale dal dopoguerra ad oggi.

Con spirito di condivisione di questa vicenda da parte di tutte le forze politiche, la scelta della presidenza della Commissione è stata riservata alle minoranze, e in maniera unanime si è individuata la figura di Davide Natale, del Gruppo Partito Democratico-Articolo Uno. Una scelta giusta, di una figura di grande serietà e livello amministrativo e politico, che sarà in grado di lavorare in maniera proattiva sulle ricadute del Piano su tutti i territori.

Molto spesso del Recovery si ha una impressione molto distante, ma è concretissimo: significa asili nido, case della salute, assistenza domiciliare, telemedicina, lavoro e formazione, turismo, investimenti in ricerca e innovazione, bus e treni moderni, infrastrutture.

Nei prossimi mesi sarà necessario coinvolgere al meglio le comunità locali in scelte rapide e di prospettiva, e speriamo che la Commissione possa svolgere questo lavoro di animazione, preparazione e semplificazione dell’avvio del Piano.

La campagna vaccinale in Liguria

Questa settimana si è aperta con una notizia che sinceramente non pensavo di leggere: l’amministrazione USA ha deciso il via libera per il brevetto sul vaccino AntiCovid, mi auguro che presto l’Europa faccia altrettanto. Qui vi lascio qualche ragionamento in più.

La campagna di vaccinazione in Liguria ha avuto quell’accelerazione che da fanalino di coda, ci ha portato ad essere in cima alla classifica, finalmente. Restano, nonostante tutto, i dati preoccupanti delle vaccinazioni per gli ultrafragili, gli over 80, i domiciliati e i caregiver, di queste categorie Regione e l’Assessorato alla Sanità sembrano essersi completamente dimenticati, non ponendo la giusta attenzione a delle fasce di età e a delle fragilità che andrebbero seguite con maggiore attenzione.

Un’altra categoria che preoccupa non poco in Liguria è quella degli insegnanti e del personale scolastico in generale. La media nazionale di immunizzazione del corpo docenti è del 74%, in Liguria ci fermiamo al 41%. E’ stato annunciato, dopo le denunce di questi giorni, che da giovedì ci sarà la apertura della prenotazione per il mondo della scuola: monitoreremo su come il sistema di prenotazione sarà riorganizzato perché bisogna mettere in campo tutte le iniziative possibili per far sì che l’accelerazione nella campagna vaccinale vista in queste ultime settimane, si attivi anche per la scuola, fin troppo dimenticata in questo periodo emergenziale.

Ho presentato comunque un’interrogazione perché il metodo delle liste di riserva  venga esteso al corpo insegnanti il prima possibile, non appena sarà finita anche la campagna vaccinale per caregiver e gli ultrafragili.

Decreto Zan, la polemica su Fedez

Del ddl Zan in queste ultime settimane si è parlato molto, sia per l’avvicinamento della data in discussione in Parlamento sia grazie anche l’intervento dal palco del primo maggio di Fedez: qui vi lascio il link di una mini intervista che ho rilanciato sul tema.

I prossimi passaggi per l’approvazione del ddl Zan – un grande passo di civiltà che il nostro Paese aspetta da troppo tempo – si stanno avvicendando abbastanza velocemente.
Giovedì scorso c’è stata la conferma che la discussione sul ddl avrà inizio, presto, senza accorpamento di altri testi. È il momento, adesso, di non guardare più indietro e di compiere questi ultimi necessari passi più veloci che si può, uniti e compatti verso l’obiettivo della civiltà e della uguaglianza.

Sabato ero in piazza a Genova alla bella manifestazione organizzata da Liguria Pride in sostegno del disegno di legge.

In Consiglio regionale

Domani andremo avanti in seduta del Consiglio Regionale su quanto non siamo riusciti a discutere durante la seduta della settimana scorsa: qui un piccolo passaggio, a seguito della mia interrogazione, della proposta sull’utilizzo delle farmacie per fare un’operazione di screening attraverso tamponi gratuiti a insegnanti e studenti.

Le interrogazione di domani su cui vorrei mantenervi informati sono:
Ecografi portatili per le GSAT: da inizio emergenza sono state inserite sul territorio le cosiddette GSAT, gruppi strutturati di assistenza territoriale, per visitare i pazienti a domicilio e per cui ho chiesto che vengano messi a disposizione strumentazioni mediche portatili, che porterebbero ad un grande risparmio di tempo e ad una maggiore sicurezza, per tutti;
Vaccinazioni sul luogo di lavoro: il Ministero del Lavoro insieme al Ministero della Salute, al Ministero dello Sviluppo Economico, al Commissario Straordinario emergenza COVID e insieme alle parti sociali hanno siglato un protocollo nazionale per la relazione dei piani aziendali per l’attivazione di veri e propri piani vaccinali, per questo ho chiesto a che punto sia la Regione per rendere attivi il prima possibile questi protocolli;
L’utilizzo delle liste di riserva: come dicevo poco fa, visto che la campagna di vaccinazione per il personale scolastico sta andando molto a rilento ho chiesto che si inizi ad utilizzare lo stesso metodo perché gli insegnanti possano tornare a lavorare con serenità nei confronti dei ragazzi, delle loro famiglie e per la propria salute;

Incontri della settimana

Questa settimana sarà densa di incontri e di momenti di confronto.
Il primo punto riguarda la situazione delle crisi industriali. Nei giorni scorsi abbiamo proposto la costituzione di un Osservatorio regionale sulle crisi industriali, alla luce del fatto che la Liguria, con sette tavoli aperti al MISE e 3500 lavoratori coinvolti, è una delle regioni più colpite del Paese, a partire dalla difficile situazione dell’area di crisi complessa di Savona.
Lunedì, il Ministro del Lavoro Andrea Orlando sarà alla Piaggio, per fare un punto su una delle situazioni più complesse della nostra regione.
Martedì pomeriggio invece parteciperò alla tavola rotonda sul futuro di Leonardo Automazione, promosso dai sindacati, visto il timore di vendita del ramo, un asset storico della nostra Regione.
Il 9 maggio è stata la Giornata dell’Europa: lunedì 10 con il Circolo PD Foce alle ore 21 discuteremo della “Conferenza sul futuro dell’Europa”, che si è aperta proprio ieri.
Martedì pomeriggio parteciperò – meteo permettendo – alla presentazione a Genova, ai Giardini Luzzati, dei libri della Casa editrice People di Pippo Civati, in particolare “Genova Vent’anni dopo. Il G8 del 2001, Storia di Un fallimento” di Giovanni Mari.
Mercoledì sera, alle ore 21, invece, l’incontro “Un’idea di scuola” organizzato dal PD Genova e da IusDem Milano, concluso dalla Capogruppo PD al Senato Simona Malpezzi.

Le dirette e il canale Youtube

Qui vi lascio il link al mio canale Youtube, che sto iniziando a riempire di contenuti, interviste, video, qualche intervento in aula e le dirette Facebook.

Qui invece vi lascio il link alla diretta Facebook che ho fatto sabato con Andrea Cerri, Portavoce Coordinamento Imprese Teatrali della Liguria, dove abbiamo parlato di cosa è successo e specialmente cosa non è successo in questo anno di pandemia.

Vi do appuntamento comunque, la settimana prossima, sempre alle 14.30.

Luca Garibaldi