Recco: il "cappotto" del municipio nelle mani del Tribunale - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

Recco: il “cappotto” del municipio nelle mani del Tribunale

 Il “cappotto” del palazzo comunale sta subendo uno stop. La ditta che eseguiva i lavori è finita sotto esame della commissione antimafia e posta in stato di amministrazione controllata. Esiste un nuovo amministratore giudiziario nominato dal Tribunale di Napoli , ma intanto i lavori sono fermi. Nessuna responsabilità da parte dell’Amministrazione comunale che aveva indetto una gara e assegnato l’appalto. Ora la giunta comunale di Recco, con una delibera, ha dato incarico a due legali genovesi ed uno partenopeo di seguire la pratica presso il Tribunale di Napoli. Di seguito la delibera. 

*****
  La delibera votata dalla giunta
 Oggetto: procedimento per sequestro preventivo P.P. 17674/2027 a carico della società “S.Abba srl”. Autorizzazione al sindaco alla resistenza in giudizio e conferimento di incarico di rappresentanza giudiziale

La giunrta su proposta del sindaco

PREMESSO:

1.che questa Amministrazione ha stipulato, in data 10/9/2020, un contratto di appalto con la società S. Abba s.r.l. per la realizzazione dei lavori di “ristrutturazione importante di primo livello per il miglioramento delle prestazioni energetiche del Palazzo comunale –Opere di sostituzione serramenti e miglioramento dell’involucro opaco”;

2.che tali lavori alla data odierna sono stati parzialmente realizzati come da contabilità e SAL agli atti;

3.che il contratto di appalto prevedeva la conclusione dei lavori in data 19/3/2021 e la società contraente, con comunicazione del 12/3/2021, è già stata messa in mora da parte dell’Amministrazione per l’interruzione delle lavorazioni;

4.che con comunicazione del 22/03/2021, ricevuta dall’Amministrazione in data 30/03/2021 prot. n. 7672, il Dott. Michele Fortunato ha riferito, a seguito dell’emissione dell’ordinanza del 5/3/2021 del GIP del Tribunale di Napoli Dott. Vincenzo Caputo, di essere stato nominato, insieme con il Dott. Luigi Palumbo, amministratore giudiziario della società S.Abbas.r.l all’interno del procedimento di sequestro preventivo P.P. 17674/2017;

5.che l’amministratore giudiziario non ha reso la dichiarazione di subentro nel contratto ex art. 56, comma 1 del D.Lgs. n. 159/1022 e ha manifestato agli organi comunali la volontà della società di proseguire nel rapporto contrattuale;

6.che con PEC del 15/4/2021 l’Amministrazione comunale ha chiestoal Dott. Michele Fortunato, nel termine di 10 giorni dal ricevimento della comunicazione:

la documentazione relativa alla nomina sua e del Dott. Palumbo da parte del GIP di Napoli quali amministratori giudiziari della società S.Abbas.r.l.;

previa ogni necessaria autorizzazione da parte del giudice delegato, la dichiarazione di subentro ex art. 56, comma 1 del D.lgs. n. 159/2011 nel contratto di appalto sopraindicato da parte degli amministratori giudiziari con la sottoscrizione di un atto aggiuntivo al contratto di appalto che dia conto di nuovo termine contrattuale -compatibile con le esigenze dell’Amministrazione-con progressive scadenze temporali riferite al nuovo cronoprogramma munite di clausola risolutiva espressa ex art. 1456 c.c. per il caso di inosservanza anche di una soltanto di dette scadenze;

7. che il termine indicato nella PEC del 15/4/2021 per l’invio della documentazione è trascorso inutilmente;

8.che, stante la tipologia dell’intervento in atto e visti gli aspetti di cofinanziamento dei lavori che dettano tempi di realizzazione dell’opera cogenti e non derogabili (con termine finale dei lavori entro e non oltre settembre 2021) è necessario per l’Amministrazione sia che i lavori riprendano e terminino al più presto,sia che la ripresa avvenga in presenza di adeguate garanzie per il tempestivo adempimento;

VISTA la nota prot. int. n. 10799 del 04/05/2021, con la quale il Responsabile del Settore Lavori Pubblici ha richiesto di provvedere all’affidamento dell’incarico di assistenza legale nell’esecuzione del contratto stipulato con l’Impresa S. Abba S.r.l. nel procedimento in corso agli Avvocati Giovanni Bormioli e Paolo Bormioli del Foro di Genova e all’ Avv. Marco Imbimbo del Foro di Napoli;

DATO ATTO che connota prot. n. 10453 del 29/04/2021 gli Avvocati Giovanni Bormioli e Paolo Bormioli hanno quantificato in €4.000,00 (oltre IVA e CPA) l’attività di rappresentanza e difesa del Comune di Recco innanzi al Tribunale di Napoli nel procedimento per sequestro preventivo P.P. 17674/2017 a carico della società S.Abba S.r.l.;

DATO ATTO altresì che con nota prot. n. 10679 del 03/05/2021 gli Avvocati sopra citati hanno fatto pervenire l’integrazione al preventivo relativa alla proposizione dell’istanza ex art. 56, comma 2 del D.Lgs. n. 159/2011, comprendente il compenso per gli stessi, unitamente a quello per l’Avv. Marco Imbimbo del Foro di Napoli, presso il quale eleggere domicilio, per un importo pari a € 1.500,00 (oltre IVA e CPA);

RILEVATAla necessità di tutelare gli interessi del Comune, come meglio descritto in premessa, affidando agli Avvocati Giovanni Bormioli, Paolo Bormioli e Marco Imbimbo la difesa dell’Amministrazione presso il Tribunale di Napoli e l’esecuzione del contratto di appalto stipulato con la Società S. Abba S.r.l.;

DATO ATTO che il provvedimento rientra nelle competenze di quest’organo ai sensi dell’art. 48 del “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti locali” approvato con D.Lgs.vo 18/8/2000, n. 267;VISTO il Capo VI del Regolamento Generale degli Uffici e dei Servizi approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 182 del 19/12/2006 ed in particolare l’art. 32;

DATO ATTO che sulla presente deliberazione il Responsabile del Servizio interessato e del Servizio Finanziario hanno espresso il parere di cui all’art. 49 del “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti locali” approvato con D.Lgs.vo 18/8/2000, n. 267, così come modificato dall’art. 3 c. 1 del D. L. n. 174/2012, convertito con modificazioni dalla Lg. 7/12/2012 n. 213, come risulta dall’allegato sub “A” inserito nel presente atto per costituirne parte integrante e sostanziale;

A VOTI UNANIMI DELIBERA DI GIUNTA

DELIBERA

1.di autorizzare il Sindaco a resistere in giudizio innanzi al Tribunale di Napoli, nel procedimento per sequestro preventivo P.P. 17674/2017 a carico della società S.Abba S.r.l. in relazione al procedimento di cui alle premesse, nel presente grado di giudizio e in tutti gli atti conseguenti;

2.di conferire il relativo incarico di rappresentanza giudiziale, con tutte le facoltà di legge nessuna esclusa, agli Avvocati Giovanni Bormioli, Paolo Bormioli dello Studio Legale Bormioli di Genova e Marco Imbimbo dello Studio legale Associato Coppola di Napoli nel presente grado di giudizio e in tutti gli atti conseguenti;

3.di dare atto che il Responsabile del Settore Affari Generali provvederà con successiva Determinazione al relativo impegno di spesa quantificato in €.5.075,20 (oneri di legge inclusi e al lordo della r.a.) per l’attività che sarà resa dagli Avvocati Giovanni Bormioli e Paolo Bormioli in esecuzione del contratto di appalto stipulato con la Società S. Abba S.r.l. e in €.1.603,20 (oneri di legge inclusi e al lordo della r.a.) per la proposizione dell’istanza ex art. 56, comma 2 del D.Lgs. n. 159/2011 che sarà perfezionata dai medesimi Avvocati Giovanni Bormioli e Paolo Bormioli, unitamente all’Avv. Marco Imbimbo, presso il quale sarà eletto domicilio, per un impegno totale complessivo di €.6.678,40 sul codice 01.11-1.03.02.11.000 del Bilancio 2021 alla voce: “Spese per liti –Patrocinio legale”.

Successivamente su proposta del Sindaco, ritenuta l’urgenza di provvedere, con voti unanimi espressi nelle forme di legge, la Giunta Comunale delibera altresì di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile.

Più informazioni