Rapallo: due vicende investono la magistratura - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

Rapallo: due vicende investono la magistratura

Negli ultimi giorni due episodi, a Rapallo, hanno interessato le forze dell’ordine sollecitando lo stesso sindaco Carlo Bagnasco ad affidarsi ai legali a tutela, in un caso dei dipendenti comunali del settore cimiteriale; nell’altro della stagione estiva a San Michele di Pagana. Per altro il ricorso alla magistratura porterebbe ad un chiarimento definitivo sulle due vicende.

La prima riguarda l’esumazione in un campo del cimitero di San Pietro con proteste che vanno dalla presunta mancata comunicazione alle famiglie (che hanno comunque un contratto con indicate le scadenze) alla giacenza dei resti in un locale adibito anche ad altri usi. Le proteste di parenti dei defunti erano state portate in Consiglio comunale fa Isabella de Benedetti; il sindaco Carlo Bagnasco e il consigliere Maurizio Malerba, con incarico ai cimiteri, avevano smentito con forza le accuse. Ora di fronte a nuove iniziative e accuse (del tema si è riparlato ieri in Consiglio), il primo cittadino ha annunciato azioni legali a difesa dei dipendenti che si sono occupati delle esumazioni.

Secondo episodio i frammenti di amianto sulla spiaggia di San Michele che sarà sottoposta ad una costosa bonifica, ma rischia di mandare in fumo la stagione degli operatori turistici della frazione già provati dalle norme anti covid. Il sindaco Carlo Bagnasco vuole sapere come sono finiti in spiaggia quei frammenti e se qualcuno ha interesse a tenere chiuso quel tratto di litorale. Anche in questo caso potrebbe essere la magistratura a formire risposte.

Più informazioni