Ludopatia: venerdì un incontro online sulla realtà del gioco d'azzardo - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cronaca

Ludopatia: venerdì un incontro online sulla realtà del gioco d’azzardo

Dal Presidio Nicholas Green del Tigullio riceviamo e pubblichiamo

Cos’è il gioco? Qual è la linea di confine tra gioco e azzardo? E quando l’azzardo diventa “malattia”? Lo Stato incassa intorno ai dieci miliardi annui, ma quanti ne spende in cure sanitarie e costi sociali? Ci sono relazioni tra l’usura e il gioco d’azzardo? Se sì, è possibile immaginarne un dimensionamento? L’azzardo è in una fase di crescita o ha raggiunto un livello per così dire di saturazione del mercato? Quale è la situazione nel nostro comprensorio? Ci sono dati sull’usura nei mesi del Covid? I videogiochi provocano dipendenza?

Come Presidio del Tigullio Nicholas Green di Libera – Associazioni Nomi e Numeri contro le mafie ci siamo fatti promotori di un incontro che faccia il punto sulle problematiche del nostro comprensorio e su come affrontarle con l’aiuto di operatori della salute, associazioni, e di gruppi di auto- aiuto.

L’incontro “Azzardo e ludopatia – Vite in gioco ” si terrà venerdì 7 maggio ore 10 in diretta sul canale YouTube Presidio Nicholas Green e in contemporanea sulla pagina Facebook Libera Liguria.

Saranno nostri ospiti il dott. Daniele Pavese ed il dott. Claudio Queirolo del Dipartimento Salute Mentale e dipendenze della ASL4, la dott.ssa Serena Morello coordinatrice Centro Franco Chiarella-Villaggio del Ragazzo, Stefano Aliquò della Cooperativa Il Sentiero di Arianna-Consorzio Tassano Servizi Territoriali e Antonio Molari responsabile progetto Azzardo Libera Genova.

Libera Genova da anni partecipa con il coordinamento ” Mettiamoci in gioco” alle riunioni delle consulte genovesi e regionali sull’azzardo e nel tempo è riuscita a contribuire alla promulgazione di leggi o regolamenti utili a garantire le distanze dei punti slot o sale da gioco a punti sensibili.

Tra il 2014 e il 2019, il fatturato del gioco d’azzardo in Italia è passato da 84,5 a 110,5 miliardi di euro. Una crescita del 30%, che ha visto complice uno Stato ambiguo: da un lato, acquirente di slot machine e promotore di nuovi casinò e, dall’altro, finanziatore di campagne per curare i giocatori patologici. I Liguri nel gioco d’azzardo nel 2019, hanno investito 1,848 miliardi di euro, con una spesa di 452 milioni di euro e una media di circa 1380 euro/pro-capite- per il solo settore del gioco d’azzardo legale su rete fisica.

Stiamo parlando di una vera e propria piaga sociale che, come ha scritto don Luigi Ciotti, Presidente di Libera , “toglie libertà, dignità e anche la vita”.

Per seguire l’incontro collegarsi al link https://youtu.be/t2ZqzQTDncM. La nostra referente Giulia Caramaschi presenterà il presidio. Modera la volontaria Donatella Nicolini.