Chiavari: 'Il Bandolo' ospita Alessandro Bergonzoni - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Attualità

Chiavari: ‘Il Bandolo’ ospita Alessandro Bergonzoni

Dall’associazione Il Bandolo riceviamo e pubblichiamo

Con piacere vi presentiamo il nostro ospite di questa settimana su: il bandolo social.

Alessandro Bergonzoni è un artista, autore e attore teatrale. Ha scritto e interpretato spettacoli con i quali ha vinto i principali premi italiani. Già dai suoi primi lavori teatrali sviluppa i temi comici che lo caratterizzeranno nella sua figura di artista: l’assurdo comico, il rifiuto del reale come riferimento artistico e la capacità di “giocare” col linguaggio. Quando ci porta nel suo mondo fantastico, ogni parola trova significati sorprendenti, soluzioni inaspettate, vertiginose congiunzioni tanto che all’improvviso anche il pensiero rimescola giudizi, luoghi comuni e diventa più ricco.

Al cinema ha partecipato al Pinocchio di Roberto Benigni e al Quijote di Mimmo Paladino. Ha collaborato con Radio2 e Radio3 Rai e con le principali testate giornalistiche. Dal 2005 espone in gallerie e musei italiani la sua produzione artistica, creando anche performance site-specific. Tra i suoi libri ricordiamo: Le Balene restino sedute, Il grande fermo e i suoi piccoli andirivieni, Silences, Opplero – Storia di un salto, Non ardo dal desiderio di diventare uomo finché posso essere anche donna bambino animale o cosa, Bastasse grondare, Nel, L’amorte. Al percorso artistico unisce un interesse profondo per i temi legati al coma, alla detenzione e ai profughi tenendo incontri anche in ambiti ospedalieri e accademici.

Nel 2000 comincia una collaborazione con la Casa dei Risvegli – Luca de Nigris di cui diviene testimonial perchè del coma si parla solo se si è coinvolti da vicino. Cos’è la dignità in quei visi picassiani? Cosa si sa del coma vegetativo? Siamo in grado di accettare altre vite? E quanta arte c’è in corpi che cambiano, impariamo a guardarli con occhi diversi e forse in questo modo potremo trovare il bandolo della matassa perchè “tutto torna come dopo”.

Più informazioni