Decreto riaperture: dal coprifuoco al caffé al banco - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cronaca

Decreto riaperture: dal coprifuoco al caffé al banco

Un buon barista non solo deve sapere fare un buon caffè e garantire l’assoluta igiene del locale; nei pochi minuti che il cliente consuma, deve anche sapere ascoltarne le confidenze, i suoi piccoli sfoghi. Perché il banco del bar a volte è molto più del luogo ove assaporare una bibita. Anche per questo non poter consumare al banco, limita il numero dei clienti. Ed è giusto che ognuno, in regime di libertà, possa avanzare critiche: da Fedez ai sindaci, ai comuni cittadini.

Altro punto incomprensibile il coprifuoco alle 22. Evidentemente chi detta le regole non conosce la macchina del turismo. Ma chi è lo straniero che arriva in Italia per andare a dormire con le galline? E davvero si pensa che sia semplice andare la sera al ristorante e alzarsi dal tavolo in tempo per essere a casa alle 22? Nessuna lesa maestà a Draghi, ma auspichiamo che la pandemia si combatta con altre armi; ossia con il rispetto delle regole che invece spesso si infrangono; anche per uno scudetto.