Amt: maxi verifica evasione, 89 gli utenti irregolari - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

Amt: maxi verifica evasione, 89 gli utenti irregolari

Dall’ufficio stampa di Amt riceviamo e pubblichiamo

Amt, l’azienda che gestisce il trasporto pubblico urbano e provinciale, ha organizzato oggi un’attività congiunta di verifica intensiva con lo scopo di contrastare il fenomeno dell’evasione tariffaria. In campo sono scesi insieme per la prima volta i Verificatori Titoli di Viaggio (VTV) sia urbani sia provinciali per un controllo incrociato sui mezzi di linea cittadini e sui bus che servono l’ambito metropolitano.

La verifica si è svolta questa mattina a Brignole presso il capolinea dei bus urbani di viale Thaon di Revel e in viale Caviglia, hub di arrivo dei mezzi pubblici provinciali.  Sono stati impiegati 24 VTV (14 urbani e 10 provinciali) che, dalle 7 alle 12, hanno controllato i passeggeri in arrivo. Al temine di questa maxi verifica sono stati controllati 1.560 passeggeri, 89 complessivamente le situazioni irregolari di mancanza del titolo di viaggio, pari a un tasso di evasione del 5,7%. Il valore riscontrato è risultato essere sostanzialmente simile sia sulle linee urbane che su quelle extraurbane ed in linea con i tassi di evasione che si registravano pre pandemia.

Marco Beltrami, presidente di AMT, così commenta l’iniziativa odierna: “Oggi è la prima verifica intensiva congiunta urbana ed extraurbana. Abbiamo scelto Brignole perché questo è un nodo di interscambio fondamentale e strategico per il trasporto pubblico urbano e metropolitano. L’aspetto che mi preme segnalare di questa prima giornata è il fatto che 24 Verificatori Titoli di Viaggio, la nostra Polizia Amministrativa, appartenenti sia alla direzione urbana sia alla direzione provinciale, abbiano lavorato insieme. Questa verifica fa parte di un programma articolato che porteremo avanti con regolarità nelle prossime settimane su diversi punti del territorio, urbano e provinciale. Sono segnali positivi e significativi sia dell’avvenuta integrazione dell’azienda, sia di un progressivo ritorno verso la normalità delle attività legate al trasporto pubblico, comprese le attività di verifica”.