Fontanabuona: il futuro del trasporto su gomma - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Politica

Fontanabuona: il futuro del trasporto su gomma

Il futuro del trasporto su gomma in Fontanabuona, anche in vista dei lavori al traforo del Ferriere.

Si è svolta oggi pomeriggio nel municipio di Moconesi l’attesa riunione tra i sindaci del territorio Fontanino e Amt, rappresentato dal presidente Marco Beltrami e dal direttore operativo Amt provinciale Roberto Rolandelli. Presente anche il consigliere metropolitano  ai trasporti Claudio Garbarino. Presenti tutti i sindaci della vallata con Giovanni Dondero sindaco di Moconesi che in qualità di padrone di casa ha aperto l’incontro.

Beltrami ha fatto breve excursus partendo dalle novità societarie. Ha ricordato che tra le prime novità conseguenti la fusione tra Amt e Atp c’è anche la non banale questione dei numeri delle linee: “Ad esempio abbiamo due linee 15, una urbana e una extraurbana, è  evidente che dovremo cambiare. Per entroterra è importante la possibilità di acquistare i biglietti con app Amt cosa che risolverà il problema dei giorni festivi”. In quest’ottica si è decisa la distribuzione della brochure informativa sull’uso App attraverso i Comuni. Si è parlato anche dei futuri 4 assi a Genova che avranno conseguenze positive anche sui passeggeri Fontanabuona. Anche sul fronte del servizio a chiamata, punto di forza della vecchia Atp, ci sarà una forte progettualita’. Poi si punterà in particolare sull’integrazione tariffaria tra i diversi vettori compresa Trenitalia. Poi rispetto al futuro a livello di combustibile si dovrà immaginare una diversa tecnologia di riferimento.

Nell’entroterra non si può immaginare l’uso dell’elettrico. Si può iniziare a pensare a metano o idrogeno. Sul tema della copertura del territorio, i sindaci hanno ribadito la necessità di non abbandonare la Fontanabuona, ottenendo rassicurazioni ma anche la conferma che occorre ottimizzare al massimo il servizio. Fare di più con le stesse risorse è possibile: così è emerso dalla riunione.