Chiavari: Simona Rizzi e il mondo delle coop sociali su 'Il Bandolo' - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cronaca

Chiavari: Simona Rizzi e il mondo delle coop sociali su ‘Il Bandolo’

Dall’associazione ‘Il Bandolo’ riceviamo e pubblichiamo

Simona Rizzi, laureata in Lettere presso l’Università di Genova, è cooperatrice sociale da sempre, per predisposizione personale e per educazione familiare.

Da venticinque anni si occupa dello sviluppo dell’impresa sociale, con particolare attenzione al tema dell’inclusione lavorativa delle donne e delle persone più fragili nonché della crescita e del riconoscimento professionale degli operatori del settore sociale.

Presidente della Cooperativa Il Sentiero di Arianna (nata da una esperienza di imprenditoria giovanile e femminile), partecipa alla commissione Nazionale Dirigenti Cooperatrici di Confcooperative, impegnata sui temi della rappresentanza e dell’empowerment femminili. Dal 2008 è Presidente del Consorzio Tassano Servizi Territoriali (www.consorziotst.it, tre cooperative sociali, oltre 300 soci), impegnato nella realizzazione di progetti, servizi e soluzioni finalizzati alla costruzione del benessere delle Persone, della Comunità e del Territorio. Il Consorzio agisce in rete con le altre realtà del Gruppo Tassano – che da oltre trent’anni si occupa di attività sociali, assistenziali, educative, socio-sanitarie, ricreative, produttive e di inserimento lavorativo delle fasce svantaggiate, ai sensi della Legge 381/91 – proponendo un modello di impresa capace di pensare l’uomo al centro della propria attività, di generare coesione e benessere, di mettere in campo politiche sociali che prefigurino inclusione, dignità civile, diritto di cittadinanza, reciprocità, prosperità, fiducia.

Il Consorzio Tassano Servizi Territoriali non lavora solo per la coesione sociale ma si propone come animatore di confronto e di dialogo suoi temi dello sviluppo e del progresso sociale. Da questi presupposti nasce l’iniziativa “Una finestra sulla realtà” che stimola una riflessione sui temi dello sviluppo sostenibile in base alle direttive dell’agenda 2030 dell’ONU.

Il nome del progetto è stato suggerito dallo scenario che si apre affacciandosi dall’ultimo piano di Palazzo Torriglia a Chiavari, sede del TST da Giugno 2020.

Per offrire un segno di attenzione al nostro Territorio, analizzandone i bisogni e le strategie possibili per poterli affrontare. Perché non si diventa grandi da soli ma si diventa grandi insieme….e perché nessuno sia lasciato indietro.

Da venerdì 16 alle ore 8.00.

Più informazioni