Ristoranti, bar, spettacoli, palestre: le ipotesi al vaglio del Governo - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cosa accadrà?

Ristoranti, bar, spettacoli, palestre: le ipotesi al vaglio del Governo

Se i contagi scenderanno e la copertura vaccinale degli anziani e fragili salirà le regole del gioco cambieranno.

tavolo, pranzo, ristorante

Ci mettiamo alle spalle un weekend di brutto tempo che riduce drasticamente i flussi di persone per strada ma non per questo risolve gli interrogativi su che cosa succederà nel breve volgere. Si potrà finalmente parlare di riaperture a partire dalla terza decade di aprile? A quanto pare sì, anche se ancora non è stato precisata una data buona, che non dovrebbe essere comunque distante dal 20 aprile.

Se i contagi scenderanno e la copertura vaccinale degli anziani e fragili salirà, condicio sine qua non ribadita da più di un Ministro del governo Draghi, le regole del gioco cambieranno e secondo alcune ipotesi formulate dal Corriere della Sera, il monitoraggio della prossima settimana sarà decisivo e nelle regioni in cui i dati lo permetteranno, ovvero quelle che avranno numeri da “zona gialla”, si potrà procedere con un allentamento delle misure restrittive.

Non sarà certo un’apertura indiscriminata. E’ plausibile che i primi a riaprire, ma solo per il pranzo, saranno i ristoranti poi toccherebbe ai musei e agli spettacoli, infine bar, palestre e piscine. Per quanto concerne i ristoranti si favorirà l’utilizzo degli spazi all’aperto con la sospensione della tassa per l’occupazione del suolo pubblico. Poi sarà la volta dei bar, che dovranno seguire alcune limitazioni soprattutto legate alla consumazione al bancone. Per quanto concerne gli eventi si pensa ad ingressi contingentati (200 al chiuso e 400 all’aperto) a patto che gli spettatori indossino mascherine Ffp2 anche all’interno delle sale e dovranno essere vaccinati oppure mostrare l’esito negativo del tampone effettuato entro 48 ore dallo spettacolo.

Si privilegeranno le prenotazioni online, percorsi obbligatori e visite a tempo. Per quanto concerne infine palestre e piscine una soluzione potrebbe essere quelle di ripartire da lezioni personali mentre per quel che concerne i gruppi molto dipenderà dalla grandezza degli spazi e degli spogliatoi.

Più informazioni