Il Genoa cade contro la Juventus, è 3-1. In rete Scamacca a inizio ripresa - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Primo tempo brutto

Il Genoa cade contro la Juventus, è 3-1. In rete Scamacca a inizio ripresa

L'attaccante segna di testa su angolo battuto da Rovella.

scamacca (credits news.superscommesse)

Juventus: Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, Danilo; Kulusevski, Bentancur, Rabiot, Chiesa; Ronaldo, Morata. All.: Pirlo

Genoa: Perin; Masiello, Radovanovic, Criscito; Biraschi, Behrami, Badelj, Rovella, Zappacosta; Pandev, Scamacca. All.Ballardini.

Arbitro: Di Bello

Primo tempo timido, meglio la ripresa ma non basta al Genoa per evitare la sconfitta contro la Juventus: finisce 3-1 per i bianconeri che trovano il secondo successo di fila dopo il recupero in casa contro il Napoli. Ballardini senza Strootman squalificato lancia in gabina di regia Rovella, mentre sulla sinistra con Czyborra infortunato va Zappacosta e Biraschi viene portato sulla destra.
Al primo affondo la Juventus trova il vantaggio: Cuadrado sulla destra trova Kulusevski che di sinistro batte Perin per l’1-0. Un gol che galvanizza i bianconeri pericolosi prima con Ronaldo e poi con Morata senza però impensierire Perin. Al 22’ i bianconeri vanno sul 2-0: Chiesa dopo una bella progressione calcia ma trova il portiere del Genoa che respinge il pallone sui piedi di Ronaldo che colpisce il palo. Sulla ribattuta si fa trovare pronto Morata che stavolta inquadra la porta. Al 36’ Rabiot potrebbe segnare il 3-0 ma ancora una volta Perin dice no. La prima azione del Genoa degna di nota del primo tempo arriva da Scamacca con il portiere della Juve attento.
Nella ripresa fuori subito Ghiglione e Pjaca e al loro posto Behrami e Biraschi: alla prima azione il Genoa fa 2-1 con Scamacca. L’attaccante sugli sviluppi del corner battuto da Rovella infila Szczesny di testa. La formazione allenata da Ballardini potrebbe pareggiare con Pjaca che però manda fuori da buona posizione. La Juventus soffre ma quando va in contropiede fa male e con Mckennie, subentrato a Kulusevski sfrutta un errato fuorigioco di Ghiglione e batte Perin. Al 77’ il Genoa resta in 10 per l’infortunio a Zappacosta ma la gara scivola via senza molte emozioni fino all’88 con Perin bravo su Alex Sandro. Per il Genoa, domenica la gara a San Siro contro il Milan che sarà senza Ibrahimovic squalificato.

Più informazioni