Portofino: firmato il contratto, Cracco gestisce il Pitosforo - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Attualità

Portofino: firmato il contratto, Cracco gestisce il Pitosforo

I primi complimenti e auguri gli sono arrivati dal sindaco Matteo Viacava e dal presidente della Regione Giovanni Toti. Carlo Cracco, chef conteso anche come testimonial promozionale, ha firmato oggi il contratto per gestire il “Pitosforo” di Portofino. Ristorante notissimo negli anni Settanta-Ottanta per la gestione del mitico Marco Vinelli che aveva saputo conquistare alla sua cucina anche i ricchi sceicchi che arrivavano nel Borgo e che impazzivano davanti a un piatto di pansoti e ai gamberoni. Tra i più assidui quabndo sbarcava dal suo mega yacht Nabila anche Adnan Khassoggi sulle cui conquiste sentimentali si favoleggiava.

La fortuna di Cracco è stata quella di essere stato allievo di Gualtiero Marchesi (che aveva fatto tappa a Portofino nel luglio 2016 per ritirare un premio al Castello Brown) dove ha scoperto il suo innato talento per la cucina che personalizza creando piatti che qualcuno ha definito opere d’arte.

“Per Portofino l’arrivo di Cracco è un fatto davvero positivo – commenta il sindaco Matteo Viacava – Lo chef ha firmato proprio oggi il contratto di locazione del Pitosforo con la famiglia Vinelli. Considero questa una notizia davvero bella e positiva per il Borgo”.

Carlo Cracco (Wikipedia)
Gualtoiero Marchesi, Maestro di Cracco, a Castello Brown (Foto Consuelo Pallavicini)
Marchesi alle prese della focaccia preparata da Giulio Cassinelli (Foto Consuelo Pallavicini)