Rapallo: non sacrifichiamo un modello di accoglienza per scopi elettorali - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cronaca

Rapallo: non sacrifichiamo un modello di accoglienza per scopi elettorali

Da “Libera Rapallo” e “Rapallo Civica” riceviamo e pubblichiamo.

I sette migranti arrivati in città, più di un anno e mezzo fa, ed ospitati presso le Orsoline sotto la gestione della Curia, del Villaggio del Ragazzo, e la costante presenza di Don Beppe Culoma e Don Stefano Curotto, non devono diventare oggetto di speculazione politica per scopi elettorali.
Ricordiamo a tutti di cosa si tratta: è un progetto di accoglienza e inclusione sociale promosso dalle Parrocchie, dove il Comune di Rapallo risulta parte attiva grazie all’interessamento della Ripartizione Servizi Sociali.
Pensare che un progetto di integrazione nella nostra società con un programma di accoglienza e formazione/tutoraggio, possa venire interrotto per una mera negligenza, non ascrivibile ai 7 ragazzi, le cui responsabilità vanno invece suddivise tra Curia, Parrocchia e Comune, ci sembra paradossale.

Visto le mancate risposte alle comunicazioni inviate dal Comune, sarebbe stata sufficiente una telefonata a Don Culoma, amico di molti amministratori dell’attuale maggioranza, per risolvere positivamente la situazione.

Il nostro timore è che questa vicenda sia stata creata ad arte, sacrificando questo modello di accoglienza, per sancire definitivamente l’alleanza locale tra la Lega e le liste che si riconducono a Forza Italia.

liberarapallo@libero.it
rapallocivica@gmail.com