Rapallo: al giovane Lorenzo Squadrito il Premio Leonardo 2015 - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Rapallo: al giovane Lorenzo Squadrito il Premio Leonardo 2015

Dall’ufficio stampa del Comune di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

Ha solo 22 anni, è rapallese ed ha portato in alto il nome della città ricevendo un riconoscimento prestigioso di livello internazionale alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. È Lorenzo Squadrito, che questa mattina, a Roma, ha ricevuto il Premio Leonardo 2015–Premio Perini Navi per la sua tesi di laurea magistrale in Design Navale e Nautico (corso interfacoltà di Architettura e Ingegneria tra l’Università di Genova e il Politecnico di Milano, con sede a La Spezia) dal titolo “Illusion – Progettazione di un Ketch di 60 metri applicando i principi della psicologia”. Lorenzo, pur giovanissimo, è una giovane promessa nell’ambito del design navale e il conseguimento del Premio Leonardo ne è la conferma. Già, perché i Premi di Laurea sono attribuiti dal Comitato Leonardo, nato nel 1993 su iniziativa comune di Confindustria, dell’Ice e di un gruppo d’imprenditori e uomini di cultura, tra i quali nomi del calibro di Gianni Agnelli e Sergio Pininfarina, con l’obiettivo di promuovere ed affermare” nel mondo.

Lorenzo Squadrito con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Lorenzo Squadrito con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Oggi il Comitato Leonardo si propone con un ruolo attivo per la promozione del “Made in Italy” anche attraverso molteplici iniziative: tra queste, il conferimento di Premi di Laurea che riconoscano il talento dei giovani e favoriscano l’incontro tra Università e Industria.

È dunque gratificante per la Liguria tutta il fatto che un giovane rapallese abbia ottenuto un riconoscimento di questo calibro. È lo stesso Lorenzo a spiegare le motivazioni che hanno spinto il Comitato a selezionare il suo elaborato per l’attribuzione del premio “Perini Navi”: «Caratteristiche principali del progetto sono i concetti di neuroarchitettura, edificabilità ed ecologia – spiega – Il primo, in particolare, ha a che fare con gli elementi di arredo che provocano sensazione di benessere nel cervello umano, vedi l’utilizzo di un colore piuttosto che un altro. È un aspetto ad oggi utilizzato principalmente nel campo dell’ingegneria civile e in parte in quella automobilistica, meno in quella navale». Futuro che, per Lorenzo, parte dalla discussione della tesi di laurea per poi arrivare al suo sogno: aprire uno studio proprio, possibilmente in Italia, per realizzare progetti che puntino, per l’appunto, allo sviluppo della neuroarchitettura nell’architettura navale perché a mio avviso nel futuro si andrà in questa direzione. Colgo l’occasione per rivolgere un ringraziamento speciale al mio amico e mentore, il progettista navale Felice Raggi che dal 2012 mi ha accolto nel suo studio. Un ulteriore ringraziamento al mio relatore, il dott. Massimo Musio-Sale, e a tutti i professori del polo G. Marconi che ogni giorno si dedicano alla formazione di giovani studenti».

«Apprendere che un nostro giovane concittadino è riuscito ad ottenere un riconoscimento così prestigioso dalle mani del Presidente della Repubblica è per me e per tutti noi motivo di grande orgoglio – commenta il sindaco Carlo Bagnasco – In un periodo in cui, purtroppo, si assiste sempre più spesso alla “fuga di cervelli” che vede le eccellenze italiane costrette a cercare fortuna all’estero, è bello sentire che Lorenzo vorrebbe portare avanti la sua attività in Italia. Il Paese ha bisogno di giovani come lui e per noi rappresentanti delle istituzioni è uno sprone a far sì che le eccellenze del territorio siano valorizzate».

Carlo Bagnasco e Lorenzo Squadrito

Carlo Bagnasco e Lorenzo Squadrito

Più informazioni