Recco: sull'urbanistica incombe il Tar - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Recco: sull’urbanistica incombe il Tar

La riunione dei Comitati svoltasi sabato scorso nell’aula consiliare del Comune di Recco,  non ha spiegato le tensioni e gli interessi che si intrecciano in questi giorni. Sul piano urbanistico di Recco pendono tre ricorsi presentati al Tribunale amministrativo regionale (Tar): due che chiedono meno cemento, uno che chiede maggiori possibilità di intervento. I tre procedimenti, su richiesta del Comune, sono stati unificati e saranno discussi probabilmente a giugno.

La “Immobiliare Lago” che vuole realizzare un park nelle adiacenze delle scuole, ha ottenuto dal Tar non una bocciatura come sembra all’apparenza, ma una data certa (il 10 maggio) entro la quale il Comune deve rilasciare la concessione edilizia. Cioè prima che Il Tar possa dichiarare nullo il Piano urbanistico e azzerare tutti i progetti che non hanno ancora ottenuto la concessione ad edificare.

Tuttavia il Comune di Recco tarda a rilasciare la concessione, perché vorrebbe presentare una variante al progetto della “Immobiliare Lago” per inserire la costruzione di un’aula e di una sala polivalente che limiterebbero il progetto del park. Tuttavia la giunta sull’argomento è divisa; da una parte il sindaco Dario Capurro e gli assessori Caterina Peragallo e Carlo Gandolfo; dall’altra l’assessore Giuseppe Rotunno. Se fosse istruita la pratica della variante, il suo iter sarebbe, infatti, certamente più lungo rispetto alla temuta sentenza con la quale il Tar potrebbe annullare il piano urbanistico.