Secondo lotto di lavori per l’ostello dell’isola Palmaria - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Secondo lotto di lavori per l’ostello dell’isola Palmaria

Riceviamo e pubblichiamo

Inizierà a breve la seconda tranche di lavori per il completamento e la riqualificazione del Centro di Educazione Ambientale dell’isola Palmaria. Questo è il contenuto di un provvedimento recentemente adottato dalla giunta comunale di Porto Venere. L’intervento, il cui ammontare complessivo si aggira attorno ai trecentomila euro, è stato finanziato per duecentocinquantamila dalla Regione Liguria attraverso i fondi F.A.S., destinati alla tutela ed alla valorizzazione delle risorse ambientali e culturali, e rientra in un più ampio progetto dedicato al rilancio e valorizzazione del sistema regionale delle aree protette e dell’Alta Via dei Monti Liguri. Nel dettaglio, le opere previste riguardano la ristrutturazione dell’ala sud – est, l’impermeabilizzazione della terrazza, l’installazione di impianti per il mantenimento del microclima interno della struttura e la sostituzione di tutti gli infissi. Sarà così possibile ottimizzare il funzionamento dell’impianto fotovoltaico a pannelli solari che garantirà la totale autonomia energetica all’ostello. “Con questo secondo intervento portiamo a termine la riqualificazione del Centro – queste le parole del vice sindaco Giovanni Pistone –  riqualificazione che si è resa possibile grazie alla preziosa sinergia maturata con la Regione Liguria che ha seguito il progetto sin da principio, garantendo un’importante sostegno finanziario all’intera operazione. D’altro canto, l’avvio di questo secondo lotto di lavori è la conferma che la nostra Amministrazione crede fortemente nello sviluppo del filone del turismo verde. Ho già ripetuto in diverse occasioni di come questa componente possa costituire una risorsa fondamentale per il nostro territorio, inserendo Porto Venere all’interno di mercati e settori turistici nuovi ed emergenti e diversificando il più possibile la nostra offerta. Ma l’aspetto più importante è rappresentato dall’acquisizione di un turismo fortemente orientato alla tutela ed al rispetto dell’ambiente.” I lavori di ristrutturazione verranno seguiti dalla Porto Venere Sviluppo s.r.l., società ad intera partecipazione comunale, che coprirà la quota di cofinanziamento comunale pari a sessantamila euro.