Camogli: referendum autogestito - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Camogli: referendum autogestito

di Consuelo Pallavicini

A Camogli un tema scottante, che ha suscitato l’interesse dei cittadini e di cui si è ampiamente parlato  durante i consigli comunali, è quello del progetto di edilizia pubblico-privata riguardante l’area ex scalo ferroviario. Per esortare la maggioranza a rivederlo, la minoranza ha promosso una raccolta di firme tra i cittadini che hanno avuto modo di prendere visione del progetto particolareggiato  recandosi in Comune, dove è stato approntato un plastico. <Le firme sono state molte – spiega il consigliere di minoranza Agostino Bozzo – anche se probabilmente alcuni sono stati titubanti nel prendere posizione. Resta il fatto che la minoranza, anche a fronte della circostanza che molti cittadini ed ospiti sono perplessi sulla validità del progetto,  è unita nel chiedere un’ulteriore riflessione. E dato che a Camogli non esiste un regolamento attuativo sul tema del referendum consultivo, nonostante sia in vigore la legge 267 del 2000 che regolamenta le amministrazioni locali, non escludo che, dopo le elezioni, la minoranza decida di indire un referendum autogestito. Sono certo che il risultato porterebbe la maggioranza ad essere in minoranza>.