Portofino e le elezioni mancate - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Portofino e le elezioni mancate

Il Tribunale amministrativo regionale (Tar) aveva accolto il ricorso di Roberto d’Alessandro, candidato sindaco “bocciato” per un pugno di voti ed annullato le elezioni comunali di Portofino. Il Comune è stato commissariato. C’è stato un ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar e, ragionevolmente, ci si attendeva che il Tribunale romano si esprimesse in tempo affinché Portofino potesse votare in concomitanza con le elezioni regionali del 27 e 28 marzo.

Il fatto di non avere usato una corsia preferenziale per esaminare il caso Portofino, significa probabilmente che qualcosa non funziona nella complessa macchina burocratica e che i parlamentari no0n intervengono mai per correggere con leggi le disfunzioni dell’apparato. A Portofino, tuttavia, c’è chi pensa che il silenzio romano possa interpretarsi come la volontà dui reintegrare la giunta di Giorgio D’Alia. In realtà il Consiglio di Stato i casi li esamina solo in sede di giudizio e non preventivamente. A Portofino il clima è molto teso e forse il fatto che il commissario prfettizio Gabriella Bruzzone prolunghi la sua permanenza, può essere utile anche a calmare le acque e far rasserenare il clima.