PROVOCAZIONI. Protezione civile e vigili del fuoco - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

PROVOCAZIONI. Protezione civile e vigili del fuoco

di Marco Massa

Naturalmente la nostra provocazione susciterà indignazione a chi, sulla pelle e sul lavoro dei volontari, ha costruito fortune politiche, spera comunque di costituire piccoli nuclei di potere o a chi, abituato al vecchio, non sa guardare ad un futuro più razionale.

 Ma proviamoci ugualmente partendo da alcune considerazioni. Nel nostro Levante vi sono solo due caserme di vigili del fuoco: Rapallo e Chiavari; sarebbe indispensabile ve ne fosse anche una a Cicagna ed una a Recco perché, in caso di necessità, per quanto veloci siano, i vigili del fuoco non possono fare miracoli e troppe volte si sente dire: “Sono arrivati solo dopo dieci minuti”. Quando non ci sono allagamenti, incendi, fughe di gas, persone smarrite da rintracciare, animali da salvare, manutenzioni da eseguire e corsi di aggiornamento da seguire, i vigili del fuoco sono considerati “sottooccupati” e in passato si è tentato quindi di utilizzarli come badanti per anziani nelle giornate afose.

E’ scandaloso ipotizzare che i vigili del fuoco coordinino o inglobino anche i volontari antincendi boschivi, la protezione civile, il soccorso alpino, la salvamento? Tutti nuclei costituiti da bravissimi  volontari che richiedono però sedi, auto spesso costose, attrezzature.

Poi ci sono le pubbliche assistenze che contano su un numero sempre minore di volontari e sempre più alto di dipendenti, parchi macchina costosi e consistenti rispetto agli organici e al territorio da coprire, burocrazia da gestire per ottenere i contributi dalle Asl; eppure spesso gestite in maniera inadeguata, se è vero (come è vero) che alcuni presidenti erano stati denunciati perchè la documentazione presentata per i rimborsi risultava confusa o sbagliata o approssimativa. L’esistenza delle pubbliche assistenze è importante; non sarebbe meglio fossero gestite direttamente dalle Asl che dovrebbero garantire l’assunzione dei dipendenti?

Si capiscono possibili  obbiezioni. Ma perché tarpare le ali ai volontari? L’importante è garantire una macchina di prevenzione e soccorsi efficiente. Il volontariato può esprimersi in mille altri modi. Ma la nostra è, naturalmente, una provocazione!