"San Valentino a Camogli" guarda al 2011 - LevanteNews
LA REDAZIONE
010 8935042 Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“San Valentino a Camogli” guarda al 2011

di Consuelo Pallavicini

E’ Alice Banfi, pittrice milanese, con un suo atelier sul lungomare di Camogli, l’autrice del disegno che diventerà l’immagine del piatto di “San Valentino…innamorati a Camogli 2011”. Una giuria di esperti l’ha scelto, tra i 23 presentati per partecipare al concorso, con la seguente motivazione: “I tratti puliti e i colori nitidi ed allegri comunicano la gioia di questa ideale danza, quasi un inno all’amore. Un amore astratto, che forse vuole rappresentarci tutti, in una cornice reale che riproduce la tipica ‘palazzata’, uno dei simboli di Camogli”. 

                                                                                                                                         

Molte persone, come ogni anno, hanno visitato la mostra allestita con le opere presentate e compilato una scheda con il numero del disegno preferito. Ha vinto quella contrassegnato con il n°. 42.

                                                                                                                                   

Durante la cerimonia di premiazione, coordinata da Daniela Bernini di “Dimensione Riviera”, l’assessore Agostino Revello si è detto particolarmente soddisfatto per la buona riuscita della manifestazione, nonostante il tempo metereologico poco favorevole. <Quest’anno, con l’iniziativa della “tazzina di San valentino” abbiamo coinvolto anche altre categorie commerciali della città, non soltanto i ristoratori – ha spiegato – La gente è venuta a  Camogli numerosa, dimostrando di apprezzare l’evento>.

Anche Massimo Stasio, presidente della Ascot (Associazione commerciamti e operatori turistici) che promuove “San Valentino…innamorati a Camogli” da ben ventitrè anni, si è detto contento del risultato ottenuto. <I ristoratori hanno lavorato bene, nonostante le giornate meno belle rispetto agli anni scorsi – ha detto – Anche l’idea di allestire un grande gazebo in piazza Colombo è stata vincente: le persone  si sono fermate volentieri a guardare e a votare i disegni esposti. E’ stato un punto di riferimento>.

Unico dispiacere di molti convenuti è stato la mancanza del concorso di poesia, che era divenuto un appuntamento per tanti estimatori del “genere”.